-13.2 C
Rome
domenica, Marzo 7, 2021

Pensioni: Cantone (SPI CGIL), Inaccettabile Blocco Perequazione

Must read

La rete federativa nazionale Libertà Civica – Noi Popolari debutta con successo

Grande partecipazione ed entusiasmo all’incontro nazionale online del 3 marzo in occasione del battesimo di Libertà Civica - Noi Popolari. Abbiamo assistito...

Leonardo Sciascia, “Nient’altro che la Verità”. Il saggio di Pierfranco Bruni e Mauro Mazza. Entra e segui la Diretta

In occasione del Centenario della nascita di Leonardo Sciascia (Racalmuto, 8 gennaio 1921 - Palermo, 20 novembre 1989),la Biblioteca Nazionale di Cosenza, renderà omaggio ad...

Le Cose Nuove: Libertà Civica e Popolare che serve al nostro Paese

"Non chiediamo agli altri di creare cose nuove e di agire, decidiamo di farlo noi". Siamo profondamente emozionati! Nasce l'asse nazionale dei...

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

Un no secco al blocco della rivalutazione delle pensioni. Lo ha pronunciato Carla Cantone, segretaria generale dello Spi, il sindacato pensionati della Cgil intervenuta a Siena all’assemblea provinciale dei delegati del sindacato per la elezione del nuovo segretario senese. “Il blocco e’ inaccettabile – ha detto la sindacalista – i pensionati hanno gia’ dato. E’una vergogna che si riparta da qui. Vedendo quello che e’ uscito sui giornali siamo intervenuti preventivamente. Dopo di che vedremo quali saranno le proposte di Monti. Le indiscrezioni sulle pensioni – ha sottolineato la sindacalista – non sono state smentite per cui ci siamo preoccupati molto. In particolare proprio sulla rivalutazione annuale delle pensioni. Il cui meccanismo del resto non copre tutto il potere d’acquisto. Non e’ vero che i pensionati prendono tutta l’inflazione . Piuttosto bisognerebbe intervenire per garantire la tutela del potere di acquisto. Comunque in questa fase di emergenza ci accontenteremmo che non toccassero niente. Che ci lasciassero in pace. Se ci fossero provvedimenti non staremo ne zitti ne fermi – ha precisato Cantone- anche perche’ se devono recuperare delle risorse si dovrebbe intervenire sui veri privilegi che non sono le pensioni medio basse ma sono quelle della dirigenza, dei manager, dei politici tutti, non solo Camera e Senato. E bisognerebbe intervenire sulle vere caste, sulle grandi rendite da pensione e da lavoro e sui grandi patrimoni. Monti ha detto che vuole fare una manovra basata sull’equita’ dia un senso alle sue parole con una manovra davvero equa”.
E se non succedesse?. “Decideremo cosa fare dopo che ce l’avranno presentata” ha riposto Cantone.

Fonte AGI

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

La rete federativa nazionale Libertà Civica – Noi Popolari debutta con successo

Grande partecipazione ed entusiasmo all’incontro nazionale online del 3 marzo in occasione del battesimo di Libertà Civica - Noi Popolari. Abbiamo assistito...

Leonardo Sciascia, “Nient’altro che la Verità”. Il saggio di Pierfranco Bruni e Mauro Mazza. Entra e segui la Diretta

In occasione del Centenario della nascita di Leonardo Sciascia (Racalmuto, 8 gennaio 1921 - Palermo, 20 novembre 1989),la Biblioteca Nazionale di Cosenza, renderà omaggio ad...

Le Cose Nuove: Libertà Civica e Popolare che serve al nostro Paese

"Non chiediamo agli altri di creare cose nuove e di agire, decidiamo di farlo noi". Siamo profondamente emozionati! Nasce l'asse nazionale dei...

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

L’Italia punta al vaccino fatto in casa: “Serve un polo nazionale pubblico-privato”

Si è svolto oggi pomeriggio al Mise il primo tavolo rivolto alla produzione del vaccino anti Covid...