Fabio Gallo a Mario Monti: usi l’Intelligenza Connettiva

All’alba delle affermazioni del Sottosegretario all’Editoria Paolo Peluffo in occasione del centenario della nascita del sociologo del Villaggio Globale “Mc Luhan, Fabio Gallo, esperto di Intelligenza Connettiva e Gestione della Conoscenza ha dichiarato:

FABIO GALLO AL PRESIDENTE  MARIO MONTI
“Mi permetto di offrire un suggerimento al Presidente Mario Monti: usi l’Intelligenza Connettiva. Sono tre anni che senza risparmiare fiato sto affermando che il Governo italiano sta rinunciando a produrre centinaia di miliardi a vantaggio dell’economia del Paese che potrebbero provenire dal mondo della connettività. Essa rappresenta il cuore di ogni forma di business moderno: dal Turismo, all’Agroalimentare, al Tessile, alla Medicina, ma c’è molta presunzione tra gli scanni del Governo e appena nasce una iniziativa essa viene dirottata ad amici o parenti o a roccaforti universitarie ove i giovani vengono formati per essere sfruttati, tranne una piccolissima parte che, in una rivoluzione digitale vera e propria, oggi necessaria per scuotere le Economie, non fa testo. Per questo motivo la Silicon Valley non ha rivali e sta prosciugando le tsche del mondo dopo avere dato vita al Genio dell’Economia Moderna. Miliardi e Miliardi Veri, Signor Presidente!
Le intelligenze italiane che potrebbero sovvertire in un solo anno il destino certo dell’Italia ci sono ma non sempre, purtroppo per la Nazione, sono parenti di senatori e deputati. Magari, cerchiamoli in qualche parrocchia e vedrà che li troviamo. Le sarebbe sufficiente ascoltarne uno solo per capire tutto ciò che lei non può conoscere poiché la sua è una formazione diversa, idonea a fare ciò che fa ma non altro. 

Il Governo di oggi, così come quello precedente, certo con stile e classe diversi, hanno creato un vuoto strategico nel settore del recupero di nuove economie per il tramite dell’Intelligenza Connettiva. Ho personalmente e più volte scritto a Renato Brunetta, oltre avere cenato con lo stesso quando era Ministro per l’Innovazione Tecnologica, ma non c’è stato verso. Non capisce niente ci connettività. Poi, ho visto che pubblicizzava giochini elettronici per gli uffici della Pubblica Amministrazione. Vorrei sapere che fine hanno fatto.

Ma temo che stia per diventare troppo tardi perchè ascoltare Paolo Peluffo, che stimo molto, auspicare ancora che possano usarsi le risorse di Rete, significa che la politica italiana è nel pallone più totale rispetto alle nuove economie. Per vincere questa battaglia, stimato Presidente Monti, dobbiamo imparare a sognare. Se non inseguiamo un sogno noi non salveremo una Nazione viva, ma un Cimitero di morti viventi”.

Le dichiarazioni di Fabio Gallo sono state rilasciate a seguito di quelle di Paolo Peluffo in occasione  dell’iniziativa ‘McLuhan:100 anni dopo. Influenze trasversali sulla persona digitale’,oOrganizzata da Media Duemila e dall’Osservatorio TuttiMedia, l’occasione per riflettere sullo scenario digitale nel centenario della nascita del sociologo del ‘villaggio globale, nel corso della quale il Sottosegretario ha dichiarato:”Se il nostro paese adottasse come obiettivo quello di sfruttare gli elementi della rivoluzione digitale – ha dichiarato il Sottosegretario all’Editoria Peluffo – si delineerebbe un percorso per uscire dalla crisi”.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.