Giacomo Saccomanno e il potere di aggregare per crescere nella legalità

L'Avvocato Giacomo Saccomanno Presidente dell'Associazione Rotariana "La Città del Sole" di Rosarno

L'Avvocato Giacomo Saccomanno Presidente dell'Associazione Rotariana "La Città del Sole" di Rosarno

Mentre TV e Quotidiani danno voce ai rappresentanti dei partiti che parlano di tutto e di niente ritenendo l’IMU l’unico male del Paese, così da non doversi esporre a parlare dei veri mali di un Paese che non da spazio alla ricerca, alla cultura, alle innovazioni, ai giovani, alle capacità, alle Imprese, etc., etc., etc., vogliamo parlare di un’esperienza importante vissuta dalla nostra Testata a Rosarno ove abbiamo incontrato e conosciuto Giacomo Saccomanno uomo di rara fattezza che opera per una riforma di un Territorio difficile, come lo è oggi gran parte dell’Italia, che merita concrete opportunità di sviluppo.

ROSARNO, LA SCUOLA, LE NO PROFIT E UN AVVOCATO: GIACOMO SACCOMANNO
Abbiamo recentemente assistito a Rosarno ad una serie di eventi dal forte carattere aggregativo coordinati con rara efficacia da Giacomo Saccomanno, noto Avvocato di Rosarno dal carattere aperto e disponibile ispirato, però, da una vera musa che in Calabria è demodé: la Legalità, unico punto per davvero debole di chi, in Calabria, intende prodigarsi anche attraverso la politica perché le cose possano avviarsi ad un cambiamento radicale per il bene comune.

Presidente di una folta aggregazione di Distretti Rotary Club della Calabria che si raggruppano nell’ Associazione “La Città del Sole”, Giacomo Saccomanno è recentemente stato il “filo d’oro” che ha saputo cucire insieme donne e uomini per davvero speciali e Istituzioni, alle quali è affidato il futuro di una progettualità innovativa, l’unica, che può fornire opportunità ai giovani. In venti giorni abbiamo visto sorgere a Rosarno, evento dopo evento, qualcosa di utile e capace di offrire concrete risposte ad un territorio dal quale la Stampa nazionale ha solo preso, ma mai dato.

All’interno di questi Eventi uno dei relatori – Fabio Gallo, per la Fondazione “Paolo di Tarso” – ha dichiarato: “se a Rosarno cambierà qualcosa con queste elezioni significherà che l’Italia sta cambiando in meglio; ma se a Rosarno  non ci saranno segni di cambiamento, allora, significherà che la politica italiana non è cambiata e le cose peggioranno”. Una riflessione intelligente e vera grazie alla quale la Città di Rosarno diventa un osservatorio del cambiamento dell’Italia, una sorta di cartina al tornasole: ”sarà sufficiente guardare le opportunità che si concederranno a Rosano per capire se c’è oppure no - ha concluso Fabio Gallo - la reale volontà di cambiare in meglio tutta l’Italia”.

Quali sono, dunque, le opportunità che la politica intende concedere a Rosarno e all’intero SUD dell’Italia? Ancora non lo sappiamo!

Questa rivoluzione intelligente, civile e partecipata che sta sviluppando un nuovo modello di “fare” a partire da Rosarno, però, non sta passando inosservata e anche Internet sta riversando il suo noto potere su di essa per valorizzarla, riuscendoci. Qualche link ci aiuta a comprenderne la reale portata di questo entusiasmante momento di aggregazione e quanto le forze sane e positive siamo fondamentali in questa parte d’Italia. Dalla visione delle immagini sarete colpiti, come lo siamo noi, dalla qualità dei progetti che questo movimento sta trasformando in fatti concreti che valorizzano in modo intelligente nuovi modelli di economia ad esclusivo vantaggio del territorio.

INSIEME PER UN’ITALIA PIU’ BELLA E PER COSTRUIRE FUTURO
Mai viste insieme tante realtà No Profit che, insieme alla Scuola e ad una fetta importante di società civile, hanno superato il muro delle incomprensioni – tipico in Calabria, per diventare una forza unica capace di guardare al senso più alto, civico e sociale che la progettualità, oggi, deve possedere come requisito fondamentale per costruire futuro.

Rosarno sembra essere uscita dalla malinconia della solita canzone per avviarsi alla composizione di una nuova e inattesa musicalità che sta conferendo vitalità ed armonia al territorio e al suo futuro. E non si tratta di un fare con un fine politico composto da scale di grigi: per la prima volta, si tratta di un fare e di un procedere con un fine chiaramente etico molto alto. Alto al punto tale da essere recepito per come è anche dai giovani, scrutatori profondi delle novità e veri grandi protagonisti della rivoluzione che Giacomo Saccomanno è stato capace di avviare.

LA CALABRIA ONESTA CHE LAVORA E PRODUCE
Giacomo Saccomanno ha un mare di amici che intimamente vorrebbero vederlo impegnato in politica.
Uno spaccato importante della società calabrese che avverte l’esigenza di non essere offesa ancora nella propria intelligenza. Donne e Uomini per bene, onesti e capaci  che vorrebbero vedere i valori del “bene comune” capitolare come una cascata di trend positivo nella politica calabrese.

Ce ne sarebbe bisogno, soprattutto nella Regione d’Italia piagata da indagini di ogni tipo (e chissà quante ce ne sono in corso ndr), che hanno consentito alla giunta Scopelliti di camminare verso le riforme a velocità ridottissima e con il ruotino di scorta. Ne sanno qualcosa il lavoro, il Turismo e il prestigio in termini di ricadute sull’immagine di questa bellissima regione, leso anche dai fatti che hanno visto protagonisti delle prima pagine della cronaca di tutta Italia e non solo, noti politici della maggioranza e magistrati acciuffati dalla Magistratura Antimafia di Milano e Reggio Calabria con le mani nel sacco. Certo, non tutto è imputabile al Presidente Giuseppe Scopelliti ma, a pagare in termini di immagine e credibilità insieme ai calabresi è e sarà proprio lui, anche a valutare i pesantissimi giudizi che i suoi stessi concittadini offrono alle telecamere sul conto del suo operato in quella Città che lo stesso Scopelliti intendeva far passare come “Modello Reggio” …, per davvero insostenibile.

LA CALABRIA HA BISOGNO DI DONNE E UOMINI ONESTI E CORAGGIOSI
Allora, dopo quanto abbiamo visto con i nostri occhi, dobbiamo auspicare con forza che chi decide delle sorti della politica in Calabria inizi a rendersi conto che il cambiamento è in atto e che altri errori non sono più tollerabili in un campo di battaglia dove la politica egoista e greve sarà sempre più sotto gli occhi di tutti a degradare ancora non solo il futuro della Calabria e del SUD più in generale, ma anche e soprattutto il futuro della sua economia, del mercato del suo prodotto unico al mondo ma ancora senza un mercato certo. Guardando dall’esterno, infatti, ci si chiede come mai uomini come Giacomo Saccomanno non abbiano ancora deciso di fare il grande salto in politica. Ora che ce veramente bisogno di gente per bene.

Leave a Reply

Your email address will not be published.