Insieme sulla strada di Giampiero Arci nella tutela dell’uomo e delle idee

Martedì 23 luglio, alle ore 19.30, nella Basilica romana di S. Marco Evangelista a Piazza Venezia, viene officiata la Santa Messa commemorativa in ricordo di Giampiero Arci. E’ il dodicesimo anno della dipartita del Cav. Avv. Prof. on. Giampiero Arci (1951-2001) e la sua memoria riesce ancora ad aggregare moltissime persone ed a testimoniare, proprio a favore di una società migliore, il fervido messaggio di solidarietà e di umanità che un uomo può rappresentare  anche dopo la morte fisica.

Giampiero Arci è in perenne movimento ed è divenuto così altro da essere non solo rimasto nei nostri cuori ma da rappresentare la sostanza della formazione in Europa, poiché le Borse di Studio in Diritto dell’Unione Europea Giampiero Arci, che ogni anno vengono assegnate, a seguito di selezioni durissime, ai migliori laureati delle università romane pubbliche e private, dei poli universitari punti di riferimento in Europa, stanno forgiando i tecnici europeisti del domani e stanno offrendo opportunità, anche a chi non ne ha, di tutelare la nostra Italia in Europa, quella stessa Europa per cui Giampiero ha combattuto per sancire il ruolo degli Enti Locali a Bruxelles, garantendo nella maniera giusta il concetto stesso di Europa, di una Europa del futuro che sia giovane, competente, meritocratica.

La targa toponomastica della piazza dedicatagli di recente, sita all’altezza di Via Nomentana n. 972, non è stata intesa per rendere merito al politico, all’avvocato, al docente universitario ma persino al giornalista ed all’uomo politico, perché Giampiero Arci ha fatto della comunicazione uno stile di vita, una tutela dell’uomo, una difesa dei diritti dei più deboli, un approccio nel dialogo con i giovani e le nuove tecnologie, fino a fondare una rivista e persino una web tv agli esordi della rete.

Giampiero Arci è sempre stato “un guerriero della luce” come amava definirsi, con un altissimo senso delle Istituzioni, grazie a cui è stato vicino a tutti, anche ai suoi avversari politici. Fautore dei valori fondamentali dell’uomo e del servizio pubblico, con una grande sensibilità verso il sociale e i giovani. “Fino agli ultimi giorni di vita, malato, dedicava il suo tempo alla risoluzione delle problematiche socio politiche, con le sue grandi capacità intellettive e nascondendo la sua malattia per dare un servizio al prossimo, un esempio ancora più forte, oggi, se lo consideriamo nell’attuale panorama politico” – è stato detto in occasione dell’intitolazione del Largo Giampiero Arci.

E’ sempre stato moderno, giovane e resta giovane, per il tramite della sorella Enrichetta Arci, Presidente dell’Associazione “Giampiero Arci-Società Civile”, che non perde occasioni per riunire gli amici, facendo cose sempre belle e serie, attorno a sé ed al ricordo del fratello. A chi pensa che l’incontro della Messa commemorativa sia triste si sbaglia di grosso, basta essere presenti per toccarlo incredibilmente con mano. C’è sempre qualcosa di nuovo da imparare, in uno degli appuntamenti della vita che trionfa ed esulta per la collettività ed il bene comune. Con l’ironia arguta che lo contraddistingueva Giampiero Arci era solito pronunciare la frase di Orazio ‘Non omnis moriar’ (Odi, III, 30,6) ovvero ‘Non del tutto morirò’’ e molto di ciò che ha fatto è stato consegnato, in questi più di dieci anni di attività dell’Associazione che porta il suo nome, dalla cronaca alla storia.

“Bisogna trovare idee nuove e soluzioni – diceva il Cav. Avv. Prof. on. Giampiero Arci - non nei ristretti ambiti di salotti elitari, ma nella PIAZZA, vera o virtuale che sia, dove si incontra la gente comune”. E pare che è alla piazza, in questo caso anche Internet, che Giampiero Arci stia guardando, con la sua Associazione portata avanti da Enrichetta, tra le iniziative in questo 2013, tra cui eventi per il Secondo Centenario della nascita di Giuseppe Verdi. L’Associazione “Giampiero Arci-Società Civile”, in questo momento drammatico per il nostro Paese, ha di recente aderito altresì al progetto “Insieme per l’Italia” della Fondazione Paolo di Tarso, in collaborazione e con la partecipazione di Alte Istituzioni, perché l’Italia si riappropri del Patrimonio Culturale Italiano per mezzo della rete capace di generare nuove economie tutte italiane, in primis posti di lavoro e per questo sembra che voglia anche indirizzare le energie di numerosi giovani in una delle testate di informazione che promuove comunicazione etica in rete www.ilparlamentare.it del Gruppo ComunicareITALIA, www.gruppocomunicareitalia.it.

“L’uomo che tutela l’uomo supera le tempeste dell’esistenza e resta nel tempo” (Giampiero Arci 2013).

Ricordiamo che Giampiero Arci, ad esempio, è stato: Avvocato Cassazionista; Docente di Giurisprudenza in “Federalismo Amministrativo e Finanza Locale” nella Facoltà di Economia Università “Gabriele D’Annunzio” Chieti; membro del Collegio dei Revisori dei Conti della Cassa Depositi e Prestiti; membro del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici; membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto di Previdenza per il Settore Marittimo (IPSEMA); Consigliere con diversi incarichi della Provincia di Roma (Presidente e membro di commissione Lavori Pubblici, Statuto e Regolamento, Giubileo 2000); membro Ufficio Presidenza Unione Province d’Italia (U.P.I.); Coordinatore Unione Province d’Italia (U.P.I.) per le Politiche del Mezzogiorno e del Mediterraneo; membro dell’Unione Regionale delle Province del Lazio (U.R.P.L.); Presidente dell’ U.P.I. Editoria e Servizi – Società Editoriale dell’Unione delle Province d’Italia; Consigliere Regionale del Lazio di A.N. nella VII Legislatura 2000 – 2005 con diversi incarichi nella Regione Lazio (Presidente Collegio dei Revisori dei Conti, Vice-Presidente Commissione Bilancio, Membro Commissione “Riforma dello Statuto e del Regolamento”); Assessore alle Politiche Comunitarie – Comune di Civitavecchia.

In ambito U.E. ha ricoperto diversi ruoli tanto da essergli intitolate le Borse di Studio in Diritto dell’Unione Europea Giampiero Arci: Membro effettivo del Comitato delle Regioni d’Europa (C.D.R.)–Bruxelles; Membro della I° Commissione (C.D.R.)–Bruxelles: Politica Regionale, Fondi Strutturali Europei, coesione economica e sociale, cooperazione transfrontaliera ed interregionale, Membro della VII Commissione (C.D.R.)–Bruxelles: Istruzione, formazione professionale, cultura, gioventù , sport, diritti dei cittadini, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico Fondazione Europa, Membro della Direzione Nazionale del A.I.C.C.R.E. (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa); Membro del Consiglio di Amministrazione della Società “Europea S.r.l.” (Società Editoriale dell’A.I.C.C.R.E); Fondatore ed Editore della Rivista AREA–Politica, comunità, economia, Fondatore ed Editore di Italia Tv; Socio Fondatore dell’Associazione Culturale di AREA; ”Cavaliere al Merito” della Repubblica Italiana.

Viviana Normando

Fonte, Associazione “Giampiero Arci” – Presidente Prof.ssa Enrichetta Arci

arci.enrichetta@fastwebnet.it; www.giampieroarci.it.

Leave a Reply

Your email address will not be published.