Federica Mogherini è Alto Rappresentante UE: di fronte sfide enormi

Federica Mogherini è il nuovo ministro degli Esteri dell'Unione europea. "Non sono inesperta" - "Sono 20 anni che sono coinvolta negli affari esteri ed europei

federica-mogherini

Federica Mogherini Alto Commissario UE

a cura di TGCOM24mediaset.it/

Federica Mogherini è il nuovo ministro degli Esteri dell’Unione europea. L’attuale titolare della Farnesina è stata infatti nominata “Lady Pesc”, ossia Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera e di sicurezza comune. Lo ha confermato il presidente uscente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy. Il vertice straordinario di Bruxelles ha inoltre scelto al posto dello stesso Van Rompuy il premier polacco, Donald Tusk.

Mogherini: “Di fronte a noi sfide enormi” – Ecco le prime parole di Federica Mogherini dopo la nomina a Lady Pesc: “Grazie ai capi di Stato e di governo per la loro fiducia. Abbiamo di fronte sfide enormi. La situazione è seria e difficile: abbiamo crisi ovunque, anche sul suolo europeo, ma anche in Iraq e Libia. Tutto il mio lavoro, le mie energie e la mia dedizione saranno dedicate a operare nell’interesse di tutti gli Stati membri e di tutti i cittadini europei”.

“Non sono inesperta” – “Sono 20 anni che sono coinvolta negli affari esteri ed europei, ho un po’ di esperienza istituzionale ma penso che l’esperienza che si matura attraverso il lavoro e la società civile sia altrettanto importante. Ho 41 anni, non sono giovanissima, ma l’età non si può cambiare. Quello che mi dà conforto è che il premier Renzi è più giovane di me, altri ministri europei lo sono, c’è una nuova generazione di leader europei e questo è molto positivo”, ha aggiunto la Mogherini.

Fin dalla mattinata la Mogherini era parsa senza rivali nella corsa alla successione di Catherine Ashton, la britannica che guida gli Esteri del Vecchio continente dal 2009. I socialisti europei avevano infatti confermato in maniera unanime il loro sostegno alla candidatura del ministro degli Esteri italiano.

Il presidente francese François Hollande si era persino sbilanciato: “Federica Mogherini ha il nostro sostegno e penso che succederà alla Ashton”.

Napolitano: “Riconoscimento all’Italia” – “L’Italia ha ottenuto un importante riconoscimento e, soprattutto, ha dato un positivo contributo alla soluzione del problema dei nuovi incarichi di vertice dell’Unione Europea. E’ stata infatti apprezzata la indicazione, da parte del governo italiano, di una candidatura femminile”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, poco dopo la nomina della Mogherini.

Tweet di Renzi: “Auguri” – “Auguri e buon lavoro a Federica Mogherini e premier Tusk #Europa”. Così, pochi istanti dopo l’ufficializzazione, il premier italiano, Matteo Renzi, ha salutato la nomina della Mogherini a Alto Rappresentante Ue.

Van Rompuy: “Mogherini nuovo volto dell’Europa” – “E’ finita la suspance, ecco il team europeo. Congratulazioni a tutti e due. Voi avete il pieno appoggio del Consiglio europeo”. Lo ha detto Van Rompuy presentando la Mogherini, appena nominata Lady Pesc, e Tusk, nuovo presidente del Consiglio europeo.

“E’ stata in prima linea in questo momento così difficile a livello internazionale. Siamo certi che confermerà il grande impegno europeista dell’Italia. E’ il nuovo volto dell’Europa”, ha aggiunto Van Rompuy rivolgendosi alla neo-Lady Pesc.

In carica dal primo novembre – Federica Mogherini prenderà servizio il primo novembre. La data è legata al completamento delle procedure previste per l’insediamento della nuova Commissione Ue.

Tusk: “Coniugherò disciplina e crescita” - “Coniugare disciplina di bilancio e crescita è una sfida possibile, in Polonia lo abbiamo fatto, non c’è contraddizione. E cercheremo di raggiungere questo obiettivo anche in Europa”. Sono le prime da presidente del Consiglio Ue e dell’Eurosummit, di Donald Tusk, attuale premier polacco.

“Il nostro obiettivo è raggiungere la pace, grazie a un compromesso intelligente. Sono convinto che, come in passato, l’Unione europea saprà raggiungere una posizione comune. L’Ue sarà sconfitta solo se sarà divisa”, ha aggiunto.

“Imparerò l’inglese” – Conferenza stampa in polacco per il neo presidente del Consiglio europeo che non sembra avere molta confidenza con l’inglese: “Oggi preferisco parlare in polacco, ma sarà la mia ultima conferenza stampa nella mia lingua, prometto che per la prossima sarò pronto con l’inglese, ha concluso.

Leave a Reply

Your email address will not be published.