3.8 C
Rome
domenica, Febbraio 28, 2021

Scherma italiana da Renzi che “gioca di sciabola”

Must read

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

L’Italia punta al vaccino fatto in casa: “Serve un polo nazionale pubblico-privato”

Si è svolto oggi pomeriggio al Mise il primo tavolo rivolto alla produzione del vaccino anti Covid...

Fabio Gallo: in Calabria Democrazia ostaggio del bisogno. Rinviare le elezioni

Il Movimento civico NOI ha scritto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Mario Draghi ai quali chiede di spostare le...

L’Ue con Draghi, linea dura per le aziende inadempienti

a cura della Redazione/ Al summit europeo i 26 sposano la linea di Mario Draghi: bisogna accelerare sui...

matteo-renzi-sciabola-sport
Il Presidende del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi

di Gazzetta dello Sport – www.gazzetta.it/

Dopo la racchetta regalata dalle Chichi del tennis Errani e Vinci, tocca alla sciabola. E’ il regalo che gli azzurri della scherma consegnano al premier Matteo Renzi nell’incontro di Palazzo Chigi. Sciabola “perché può servire per le riforme…”, dice il presidente Scarso, che accompagna gli atleti con il presidente del Coni, Malagò. Renzi è come al solito divertito e maneggiando l’arma precisa: “Qualsiasi riferimento al Senato è casuale”.

La Vezzali, invece, consiglia il fioretto e invoca un po’ di sport in Parlamento: “Sarebbe opportuno, perché noi sportivi quando abbiamo un obiettivo lo raggiungiamo. Poi, servirebbe un po’ di lavoro di squadra perché quando noi ci incontriamo da avversari ci sbraniamo ma poi quando c’è da fare squadra l’Italia vince”. Con Renzi che applaude a scena aperta.

MERAVIGLIOSO — Renzi tesse l’elogio della scherma, definendolo sport “meraviglioso”. “Chi ama questo sport, anche quando non ne capisce molto come me, conosce l’importanza del suo valore educativo”. Il premier fa anche una dedica, che si spera possa trasformarsi da speranza in realtà: “A tutti dedichiamo l’impegno del Governo a essere più incisivi nella promozione educativa nelle scuole e non solo”. Poi quando Malagò racconta delle difficoltà di Rio e di quelle due gare a squadre non previste dal programma, il fioretto e la sciabola a squadre, fa una battuta, “potremmo bombardare il Cio”, subito ritirata, “meglio non scherzare su queste cose”.

PARLA MALAGÒ — Infine, ecco il caso Tavecchio. Su cui Renzi non accetta domande. “Non c’è solo il calcio”. Poi, per cercare di arginare i quesiti in agguato, eccolo precisare: “Sul calcio mi sento rappresentato da ciò che dirà Malagò”. Detta con fare scherzoso, forse nasconde però una specie di investitura. Che segue la puntata precedente, quell”autogol clamoroso che però non può violare l’autonomia delle federazioni”. Insomma, la palla passa al Coni con Malagò che riceverà i due candidati giovedì. Quanto a Renzi, il prossimo incontro sportivo sarà con il “suo” Nibali.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

L’Italia punta al vaccino fatto in casa: “Serve un polo nazionale pubblico-privato”

Si è svolto oggi pomeriggio al Mise il primo tavolo rivolto alla produzione del vaccino anti Covid...

Fabio Gallo: in Calabria Democrazia ostaggio del bisogno. Rinviare le elezioni

Il Movimento civico NOI ha scritto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Mario Draghi ai quali chiede di spostare le...

L’Ue con Draghi, linea dura per le aziende inadempienti

a cura della Redazione/ Al summit europeo i 26 sposano la linea di Mario Draghi: bisogna accelerare sui...

Calabria, Scuola: disagi nei territori di Vibo, Lamezia e Cosenza.

Da Vibo Valentia, Lamezia e Cosenza, insieme, per parlare di Scuola e delle contraddizioni che su di essa ricadono in tempo di...