Mario Draghi: ripresa fragile. Occorrono riforme ambiziose

Ripresa fragile, disomogene, non continua. Ci sara' un ritorno degli investimenti necessari per alimentare la crescita e l'occupazione

mario-draghi

Mario Draghi – Presidente della Bce

”Abbiamo osservato che il secondo trimestre ha assistito a uno stallo della crescita dopo tre trimestri di ripresa. Continuiamo a credere che la ripresa continuera’, anche se a ritmo modesto. E’ fragile, disomogena e non continua, pero’ secondo noi sta continunando”. Lo ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, al termine della riunione dell’Eurogruppo a Milano, alla quale ha partecipato.

Eurogruppo, che nella sua prima riunione dopo la pausa estiva, ha ”riconfermato il proprio impegno a ridurre effettivamente il carico fiscale sul lavoro”.

”Ridurre il cuneo fiscale e’ una delle principali riforme che rendera’ le nostre economie piu’ competitive”, ha affermato in conferenza stampa il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem. ”Ci sara’ un ritorno degli investimenti necessari per alimentare la crescita e l’occupazione, uno dei punti fondamentali della riunione di oggi e’ stato quello di porre l’accento sulle riforme strutturali perche’ il ritorno degli investimenti vuol dire riforme strutturali piu’ ambiziose, tutti siamo d’accordo su questo punto”, ha poi sottolineato Draghi. ”E’ necessario avere con urgenza riforme strutturali – ha proseguito – e i paesi devono affrontare le raccomandazioni specifiche per il 2014 in maniera determinata, perche’ la politica monetaria da sola non basta senza riforme strutturali serie” ASCA

Leave a Reply

Your email address will not be published.