Sperimentato il “vuoto di comunicazione”. Un successo!

Riesce l'esperimento del vuoti di comunicazione. Il merito è tutto della Politica italiana. Un primato che nessuno ci invidia.

francesco-di-assisi

Francesco di Assisi

Carissimi lettori, ILPARLAMENTARE.IT ha voluto sperimentare un vuoto di comunicazione di oltre una settimana. Cosa Significa? facile, poiché la comunicazione in rete di certo non manca e anche molto qualificata, noi abbiamo fatto assoluto silenzio per vedere se dopo decine di migliaia di affermazioni, news, redazionali, servizi di ogni tipo, cambiasse qualcosa, anche piccola. Non è cambiato e l’esperimento è riuscito: le notizie sono sempre le stesse.

L’informazione gira e rigira intorno a se stessa a commentare un nulla, il vuoto assoluto. Abbiamo bisogno di una scossa, di una motivazione vera. Dovremmo evocare l’esperienza di Chiara e Francesco di Assisi, scandagliarla, trovare la chiave del rinnovamento.

Niente, anzi, nulla! la comunicazione è sempre la stessa con i suoi soliti contenuti. Comunichiamo, comunichiamo. Il mondo dell’informazione procede con la solita energia, ce la mette tutta. Cerchiamo di farlo sempre con la solita dignità che meriterebbe di commentare una risalita, un rinnovamento, un cambiamento dell’orizzonte, di annunciare la lieta novella. Tutti, chi più e chi come noi meno, abbiamo speso grandi capitali semplicemente, possiamo dirlo, per continuare a vedere sussistere la gran parte degli italiani, gente meravigliosa, e beneficiare di questa grande crisi sempre loro: i nostri amati politici: discussi, contestati, sempre meno amati. L’esperimento è riuscito alla perfezione e ora anche noi riprenderemo a far parte del nulla commentando il tutto e il niente, dando l’impressione (almeno a noi stessi) dell’esclusiva, dell’approfondimento gradito, etc., etc.

Il bello di tutto questo è che c’è ancora gente che legge in rete e se la prende con chiunque, minaccia querele, chiede soldi “sennò questo e sennò quello”, e ancora le stesse banalità per poi fare ancora le stesse cose, celebrare sempre la politica, rinunciando alla propria dignità.

I nostri padri che di politica se ne intendevano non capiscono più niente. Il linguaggio del nulla ha profondamente modificato il modi di fare e comunicare la politica. Ora devi sapere cos’è un selfie, twitter, facebook, pinterest. Ma non basta! Sei fuori se non wozzappi, se non usi viber, etc., etc. Tutto questo mentre i nostri bambini bevono succo di frutta che di frutta non è e non sanno ancora che studieranno tutta la vita per poi dire ciao agli studi e aprire una pizzeria. Insomma il nulla è il nulla soprattutto quando da anni, ogni giorno, scriviamo la stessa dichiarazione rilasciata ogni giorno: “necessitiamo di riforme”. Ma nessuno riesce a farle. Domani provate a non leggere nessuna notizia. Vedrete: nulla cambierà perché il nulla è semplicemente l’assenza del tutto. Amen.

Leave a Reply

Your email address will not be published.