-4 C
Rome
giovedì, Gennaio 28, 2021

Matteo Renzi: prima volta che Stato dimagrisce di 18 miliardi. Rivoluzione in tema di fisco

Must read

Covid19, vaccini e Scuola. Movimento NOI scrive alle Istituzioni di Governo

introduzione a cura di Fabio Gallo/ La crisi dettata dagli sviluppi della pandemia si riflette in maniera impetuosa...

Covid, Conte: su rallentamenti vaccini ricorreremo in sede legale

“Le ultime notizie che ci arrivano dalle aziende produttrici dei vaccini anti-Covid sono preoccupanti”. Lo scrive su facebook il presidente del Consiglio,...

Boccia: se i vaccini finiscono in altri continenti è grave

“C’è stata una riduzione nelle forniture” e “entro marzo ne avremo 15 milioni e stiamo rivendendo i piani di somministrazione in funzione...

Il colosso Repsol Italia Spa accusato di estorsione alla “Gallo Petroli sas” e a Francesco Gallo

la redazione/ Repsol è una società spagnola attiva nei settori del petrolio e del gas naturale con interessi...

matteo renzi-presidente del consiglio- ilparlamentare
Il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi

Roma, 29 nov. (askanews) – Il premier Matteo Renzi ha cercato, ancora una volta, di allontanare il pessimismo sulla crisi e ha ricordato che il governo sta facendo una rivoluzione in tema di fisco: “Stiamo facendo una riduzione di 18 miliardi di tasse. Non soltanto gli 80 euro per i lavoratori dipendenti, pubblici e privati, ma anche un abbassamento dell’Irap, una semplificazione delle procedure, la possibilità per chi dal primo gennaio creerà posti di lavoro a tempo indeterminato per i primi tre anni di non pagare i contributi”, ha detto in un videomessaggio alla Cna, riunita in assemblea a Mirandola. “Un investimento cioè sul futuro – ha aggiunto Renzi- sul domani del nostro Paese. E per la prima volta lo Stato che dimagrisce anzichè ingrassare. La riduzione delle tasse come un inizio di un processo rivoluzionario, questo è il nostro obiettivo”. “Insieme ce la faremo”, perchè “siamo più forti della crisi, siamo più forti della paura”, ha aggiunto. “Non è un problema di gufi o pessimisti – ha detto Renzi – ma di chi pensa che di fronte a un problema bisogna mettersi a urlare ancora più forte e chi invece si rimbocca le maniche e cerca di risolverlo. Quelli siamo noi, quelli che questo paese lo rimettono in gioco. Quella è l’Italia che porterà il Paese fuori dalle sabbie mobili”. “La nostra parte la facciamo semplificando il sistema fiscale rendendolo più semplice, anche perché vorrei vedere come si fa a renderlo meno semplice a renderlo più complicato il sistema fiscale italiano. Modificando il sistema della giustizia civile con il tribunale delle imprese, per dire ‘si si’ o ‘no no’ senza farla troppo lunga, intervenendo su una burocrazia che stritolerebbe anche un leone”

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Covid19, vaccini e Scuola. Movimento NOI scrive alle Istituzioni di Governo

introduzione a cura di Fabio Gallo/ La crisi dettata dagli sviluppi della pandemia si riflette in maniera impetuosa...

Covid, Conte: su rallentamenti vaccini ricorreremo in sede legale

“Le ultime notizie che ci arrivano dalle aziende produttrici dei vaccini anti-Covid sono preoccupanti”. Lo scrive su facebook il presidente del Consiglio,...

Boccia: se i vaccini finiscono in altri continenti è grave

“C’è stata una riduzione nelle forniture” e “entro marzo ne avremo 15 milioni e stiamo rivendendo i piani di somministrazione in funzione...

Il colosso Repsol Italia Spa accusato di estorsione alla “Gallo Petroli sas” e a Francesco Gallo

la redazione/ Repsol è una società spagnola attiva nei settori del petrolio e del gas naturale con interessi...

Scuola, pandemia e innovazione. Studiare in sicurezza.

Affrontiamo le problematiche legate alla Scuola, ai giovani alla famiglia e alla sicurezza nel tempo dettato dal COVID19, unendo Vibo Valentia e...