10.4 C
Rome
martedì, Dicembre 1, 2020

Carlo Guccione, la Grande Cosenza denuncia situazione difficile dei quartieri periferici

Must read

Movimento NOI a Mattarella: destituisca il Consiglio regionale della Calabria per l’Art. 126 della Costituzione.

a cura della Redazione/ Il Movimento NOI ha scritto al Presidente della Repubblica chiedendo di valutare lo scioglimento del...

Sanità Calabria, “NOI” al Governo: inviate il Colonnello Bortoletti. Lo chiedono i calabresi e risolve i problemi

di Fabio Gallo/ La questione Sanità in Calabria rischia una deriva molto pericolosa che potrebbe riflettersi come ulteriore...

Sanitá Calabria: ora i Medici scendono in Piazza a Cosenza

Continua senza sosta il drammatico afflusso di pazienti positivi al Covid-19 presso il Pronto Soccorso. I lavoratori...

On.le Carlo Guccione“Degrado, abbandono e precarietà. Sono le tre parole che fotografano la città. Si tratta della Cosenza vera, quella che inizia già dalle traverse di Corso Mazzini. La pagina su Facebook “Cosenza centro storico e periferie abbandonate” (https://m.facebook.com/cosenza centrostoricoeperiferieabbando nate /) vuole raccontare, portare alla luce e spiegare cosa succede davvero nella nostra comunità, quale è la presenza delle istituzioni in questi luoghi, in quali condizioni è costretta a vivere la maggior parte dei nostri concittadini.

degrado-citta-cosenza-1Questa pagina su Facebook è un buon modo per informare la nostra comunità. Ed è una piazza virtuale dove tutti possono raccontare criticità e problemi dei nostri quartieri. Il tour è iniziato.

degrado-citta-cosenza-2

 

Su via Popilia, lungo rione Bellavista, la stessa immondizia e la stessa sporcizia stazionano immutabili da giorni. A distanza di una settimana lo spettacolo non cambia. Ma anche questa è Cosenza.

degrado-citta-cosenza-3Anche i cittadini di via Popilia hanno il diritto di essere ascoltati e rispettati dalle istituzioni. Per non parlare del centro storico. Penso a via Bombini, ridotta in pessime condizioni, con una serie di persone costrette a vivere correndo il rischio che un masso, un muro, una parte di tetto gli cada addosso.

Cosenza, degrado e precarietàSe poi pensate di portare i vostri bambini nella storica Villa Vecchia vi accorgerete subito dell’acqua putrida che ricopre una parte dell’anfiteatro. E uno spettacolo indecoroso vi aspetta a pochi passi dal Comune e dalla chiesa di San Nicola.

Cosenza, degrado e precarietàA San Vito un parco dove dovrebbero giocare i bambini è in preda alle erbacce e all’incuria. Tutto questo succede nel più completo silenzio dell’amministrazione comunale”.

Cosenza, degrado e precarietàE’ quanto afferma il consigliere comunale e leader della Grande Cosenza, Carlo Guccione, che da tempo si batte per la riqualificazione urbanistica, culturale ed economica dei quartieri periferici di Cosenza.

“Aspettiamo il contributo dei cittadini. La battaglia per la riqualificazione del centro storico e delle periferie abbandonate appartiene a tutti. È una lotta di tutte le persone oneste che credono in una città migliore e si impegnano affinché le cose cambino.

 

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Movimento NOI a Mattarella: destituisca il Consiglio regionale della Calabria per l’Art. 126 della Costituzione.

a cura della Redazione/ Il Movimento NOI ha scritto al Presidente della Repubblica chiedendo di valutare lo scioglimento del...

Sanità Calabria, “NOI” al Governo: inviate il Colonnello Bortoletti. Lo chiedono i calabresi e risolve i problemi

di Fabio Gallo/ La questione Sanità in Calabria rischia una deriva molto pericolosa che potrebbe riflettersi come ulteriore...

Sanitá Calabria: ora i Medici scendono in Piazza a Cosenza

Continua senza sosta il drammatico afflusso di pazienti positivi al Covid-19 presso il Pronto Soccorso. I lavoratori...

Covid19 e Cotticelli, Movimento NOI: abbiamo denunciato tutto e tutti.

Questa mattina, sabato 7 novembre 2020, il Movimento civico NOI ha denunciato alla Procura della Repubblica di Catanzaro le gravissime e...