10.2 C
Rome
sabato, Maggio 8, 2021

Il Papa scrive al presidente Assad per chiedere uno sforzo comune per la fine della guerra

Must read

Sanità in Calabria al centro del manifesto-denuncia del Movimento NOI

Ancora una volta la rete sanitaria della provincia di Cosenza ha fatto flop nel momento più importante in cui il meccanismo già...

A Scuola d’Estate. Approvato il piano Miur 2021.

a cura di Roberto Perri Delegato alla Scuola movimento NOI/ Dal Ministero dell'Istruzione un...

In ascesa la Rete Federativa nazionale “Libertà Civica”

In continua ascesa la partecipazione agli incontri conoscitivi, informativi e formativi del della Rete Federativa nazionale "Libertà Civica" costituita dai Popolari che...

Don Carlo De Cardona: i Cattolici Cosentini ricordano il suo impegno

La Città di Cosenza ricorda Don Carlo De Cardona, sacerdote nato a Morano Calabro il 4 maggio 1871, è stato l'apostolo della...

Papa Francesco - Bashar al Assad
Papa Francesco – Bashar al Assad

Il presidente siriano Bashar al Assad ha ricevuto una lettera di Papa Francesco, consegnata dal nunzio apostolico in Siria, il cardinale Mario Zenari, che è stato oggi in visita al capo dello Stato. Lo riferisce l’agenzia Sana sul suo sito internet. Papa Francesco ha espresso il suo sentito cordoglio per la Siria e la sua gente alla luce delle circostanze difficili attraversate dalla Siria e – secondo l’agenzia – ha affermato la la condanna del Vaticano di ogni forma di estremismo e terrorismo. Nella sua lettera, aggiunge l’agenzia Sana, il Papa ha lanciato un appello a unire tutti gli sforzi per porre fine alla guerra in Siria e ripristinare la pace, in modo che possa rimanere un modello di convivenza tra culture e religioni, come è sempre stata. Il presidente Assad, rileva l’agenzia Sana, si è congratulato con Zenari per essere stato ordinato cardinale, notando che tenere lui come Nunzio Apostolico dopo la nomina a cardinale – che è un caso unico al mondo -, è un fatto apolitico, storico e umanitario, e manifesta la grande attenzione di Papa Francesco verso la Siria e il suo popolo. Assad ha quindi affermato che la Siria, come Stato e come popolo, è decisa a ripristinare la sicurezza e la stabilità e sta continuando a ricercare la riconciliazione, modo ottimale per il raggiungimento di questo obiettivo. Da parte sua, conclude l’agenzia Sana, il cardinale Zenari ha spiegato di essere contento di rimanere come Nunzio Apostolico in Siria dopo essere stato ordinato cardinale, sottolineando che la Siria, culla del cristianesimo e delle religioni, è uno Stato molto importante che gioca un ruolo fondamentale nella regione, e deve superare la prova che sta attraversando e diventare migliore di quanto non fosse prima ASCA

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Sanità in Calabria al centro del manifesto-denuncia del Movimento NOI

Ancora una volta la rete sanitaria della provincia di Cosenza ha fatto flop nel momento più importante in cui il meccanismo già...

A Scuola d’Estate. Approvato il piano Miur 2021.

a cura di Roberto Perri Delegato alla Scuola movimento NOI/ Dal Ministero dell'Istruzione un...

In ascesa la Rete Federativa nazionale “Libertà Civica”

In continua ascesa la partecipazione agli incontri conoscitivi, informativi e formativi del della Rete Federativa nazionale "Libertà Civica" costituita dai Popolari che...

Don Carlo De Cardona: i Cattolici Cosentini ricordano il suo impegno

La Città di Cosenza ricorda Don Carlo De Cardona, sacerdote nato a Morano Calabro il 4 maggio 1871, è stato l'apostolo della...

Movimento NOI: siamo chiamati a rendere efficace la politica

di Fabio Gallo/ "La Democrazia in Calabria e da oggi in Sicilia, si declina con il nome del...