4 C
Rome
venerdì, Ottobre 30, 2020

Comune di Tortora approva il PAESC, Piano d’Azione dell’Energia Sostenibile e il Clima, e aderisce al “Nuovo Patto dei Sindaci”

Must read

Sanità e Covid19: lettera aperta a Conte, Lamorgese e Speranza dal Movimento NOI

La questione Sanità nell'Ospedale Civile di Cosenza preoccupa cittadini, medici, infermieri e oss per l'aumento esponenziale dei casi di Covid19 e per...

Sanità Calabria,”NOI”: Cotticelli dica chi sono le “menti raffinate” che lo vogliono “capro espiatorio”

In una regione nella quale i cittadini sono in gran parte promotori degli scandali politici all'ordine del giorno, in quanto ne eleggono...

Papa Francesco e il Presidente Mattarella

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Visita di Restituzione del Santo Padre al Quirinale

Fabio Gallo: troppa corruzione. Salto generazionale è indispensabile

Fabio Gallo riflette sul tema della corruzione nel mondo della politica e della pubblica amministrazione

comune-tortora
Tortora: il primo comune della Calabria che si affaccia sul Mar Tirreno al confine con la Basilicata

a cura della Redazione de IL PARLAMENTARE.IT/

Il Comune di Tortora nella seduta di Consiglio Comunale del 16 febbraio c.a. ha approvato all’unanimità il Piano d’azione dell’energia sostenibile e il clima (PAESC), dando seguito all’adesione dell’Ente al “Nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia”, avvenuta, sempre in Consiglio Comunale, in data 27 luglio 2016.

I firmatari del Nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, che ha aggiornato gli obiettivi europei del Pacchetto Clima-Energia del 2008, sono accomunati, infatti, da una visione condivisa: accelerare la decarbonizzazione dei propri territori, rafforzare la capacità di adattamento agli inevitabili effetti dei cambiamenti climatici e garantire ai cittadini l’accesso a un’energia sicura, sostenibile e alla portata di tutti.

Per tradurre l’impegno politico in misure e progetti pratici, il Comune di Tortora, supportato dalla consulenza dell’esperto in pianificazione energetica territoriale, Arch. Francesco Campana di ROSSANO, ha redatto il PAESC attraverso il quale vengono individuati i comportamenti, le azioni e i cambiamenti strutturali da apportare agli usi energetici pubblici e privati al fine di ridurre di almeno il 40% le emissioni di CO2 al 2030, rispetto a quelle del 2014. Attraverso l’inventario di base delle emissioni, è stata effettuata una valutazione dei rischi del cambiamento climatico e delle vulnerabilità e sono state pianificate azioni mirate per l’ottimizzazione dei consumi energetici e dello stato emissivo, con particolare interesse per la promozione dell’energia da fonti rinnovabili.

PasqualeLambogliaSindacoTortora
Il Sindaco di Tortora Ing. Pasquale Lamboglia

L’adesione al Patto dei Sindaci e l’approvazione del PAESC ha il duplice obiettivo – ha commentato il Sindaco, Pasquale Lamboglia, di rafforzare l’impegno del Comune di Tortora nella riduzione delle emissioni climalteranti e di garantire al territorio comunale una più sicura e conveniente disponibilità energetica. Abbiamo ritenuto che l’impegno destinato al Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile il Clima e l’Energia (PAESC) possa essere altamente produttivo da un punto di vista finanziario, permettendo dei risparmi sulle bollette energetiche sostenute dall’Amministrazione Comunale e un accesso facilitato ai finanziamenti europei per progetti nel settore dell’efficienza energetica e delle fonti energetiche rinnovabili”.

Il Comune di Tortora, con l’adozione di questo importante strumento di pianificazione energetica, s’impegna, in sintesi, allo sviluppo sostenibile e alla lotta contro i cambiamenti climatici a livello locale, e a raggiungere gli obiettivi fissati dall’Unione Europea per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Numerosi gli obiettivi fissati nel breve periodo, tra cui la riduzione della bolletta energetica comunale con iniziative di razionalizzazione nei settori di maggiore criticità; il coinvolgimento di operatori privati in iniziative di efficientamento energetico degli impianti pubblici e di realizzazione di impianti a energia rinnovabile; la promozione dell’informazione e il coinvolgimento attivo della popolazione e delle imprese, e, ancora, la promozione di nuove opportunità economiche connesse all’attuazione del PAESC. L’approvazione del PAESC comporterà dei benefici anche per i privati, per le attività commerciali e per le imprese agricole, in quanto tra i criteri di selezione delle proposte tecniche di finanziamento verranno premiati i territori con la presenza di un piano d’azione energetico comunale, al fine di evitare lo spreco per sovrapproduzione di energia.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Sanità e Covid19: lettera aperta a Conte, Lamorgese e Speranza dal Movimento NOI

La questione Sanità nell'Ospedale Civile di Cosenza preoccupa cittadini, medici, infermieri e oss per l'aumento esponenziale dei casi di Covid19 e per...

Sanità Calabria,”NOI”: Cotticelli dica chi sono le “menti raffinate” che lo vogliono “capro espiatorio”

In una regione nella quale i cittadini sono in gran parte promotori degli scandali politici all'ordine del giorno, in quanto ne eleggono...

Papa Francesco e il Presidente Mattarella

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Visita di Restituzione del Santo Padre al Quirinale

Fabio Gallo: troppa corruzione. Salto generazionale è indispensabile

Fabio Gallo riflette sul tema della corruzione nel mondo della politica e della pubblica amministrazione

Sergio Mattarella al Festival Nazionale dell’Economia Civile

Ufficio Stampa del Quirinale/ Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato alla giornata inaugurale della seconda edizione del Festival Nazionale dell’Economia Civile, che si...