2.4 C
Rome
domenica, Novembre 27, 2022

Inaugurazione Anno accademico UNICAL. Laratta: “ma dov’erano i Giovani, veri protagonisti dell’Università?”

Must read

Marilyn Monroe moriva 60 anni fa. Era la diva delle dive

Evocata da Kim Kardashian, e' tornata a vivere in maggio al Gala del Met, mentre un ritratto...

Giuseppe Ciacco (PD): il nuovo Ospedale si farà a Cosenza.

Si è tenuto sabato 30 luglio a Cosenza il convegno del dedicato alla Sanità divenuta in Calabria...

Nancy Pelosi attesa a Taiwan, Usa-Cina mobilitano le forze armate

(askanews) – Gli Stati Uniti hanno avvertito la Cina di non rispondere con provocazioni militari all’attesa vista...

Pelosi a Taiwan: “Per la democrazia”. Pechino: ‘Provocazione’

(askanews) – La vista della delegazione del Congresso statunitense a Taiwan è in linea con l’impegno statunitense...

franco laratta,sergio mattarella
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella – l’ex Deputato della Repubblica Franco Laratta

A commentare l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Unical, presente il Capo dello Stato, Sergio Mattarella é Franco Laratta, già Deputato della Repubblica. Uomo di cultura e rispettoso come sempre delle Istituzioni dello Stato, ha dato voce a quanto tutti hanno notato in Calabria, ad Arcavacata, ma senza commentare. Il Grande Vuoto! All’UNICAL mancavano i Giovani, vero capitale dell’Università, presente in piccola percentuale.

“L’Inaugurazione dell’Anno accademico – ha affermato Franco Laratta – è un momento di straordinaria rilevanza. Con il presidente Mattarella che ha tenuto un gran bell’intervento. E il presidente del Consiglio degli studenti, Domenico Tulino, che è stato franco e duro: «Gli studenti non sono numeri». E ancora: «I diritti non sono garantiti».

Bene, bravo – ha evidenziato Laratta che aggiunge: finalmente un ragazzo che fa un intervento sopra le righe. A proposito di studenti: ma dov’erano i ragazzi, i veri protagonisti dell’Università? Quanti hanno potuto assistere all’inaugurazione dell’anno accademico presente il Capo dello Stato? Erano una minoranza. Forse il 25-30% di tutto il pubblico. E’ veramente questo, in piena epoca di antipolitica, il modo migliore di iniziare un anno accademico, praticamente isolando e mortificando gli studenti universitari?

A cosa servono le cerimonie pubbliche organizzate e gestite così? Non lo so, me lo chiedo – continua l’On. Laratta. Sarebbe stato, invece, bellissimo far trovare al Capo dello Stato una platea all’80% composta da studenti. Lasciandone parlare in tanti. Avrebbe fatto sicuramente piacere al Presidente Mattarella ascoltare le voci libere dei nostri ragazzi. Sarebbe stata davvero una rottura con le inutili e noiose cerimonie pubbliche. Per fortuna che subito dopo c’era Brunori Sas, lì all’Unical, per la gioia di centinaia di studenti.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Marilyn Monroe moriva 60 anni fa. Era la diva delle dive

Evocata da Kim Kardashian, e' tornata a vivere in maggio al Gala del Met, mentre un ritratto...

Giuseppe Ciacco (PD): il nuovo Ospedale si farà a Cosenza.

Si è tenuto sabato 30 luglio a Cosenza il convegno del dedicato alla Sanità divenuta in Calabria...

Nancy Pelosi attesa a Taiwan, Usa-Cina mobilitano le forze armate

(askanews) – Gli Stati Uniti hanno avvertito la Cina di non rispondere con provocazioni militari all’attesa vista...

Pelosi a Taiwan: “Per la democrazia”. Pechino: ‘Provocazione’

(askanews) – La vista della delegazione del Congresso statunitense a Taiwan è in linea con l’impegno statunitense...

Istituita la “Scorta Civica” per Nicola Gratteri. Venerdì il primo sit-in a Catanzaro.

È stata istituita la “Scorta Civica” per il procuratore Nicola Gratteri. L’idea nasce da gruppi di professionisti dei vari settori del vivere...