3.5 C
Rome
lunedì, Marzo 1, 2021

Michele Trematerra rinviato a Giudizio. L’Accusa: concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione

Must read

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

L’Italia punta al vaccino fatto in casa: “Serve un polo nazionale pubblico-privato”

Si è svolto oggi pomeriggio al Mise il primo tavolo rivolto alla produzione del vaccino anti Covid...

Fabio Gallo: in Calabria Democrazia ostaggio del bisogno. Rinviare le elezioni

Il Movimento civico NOI ha scritto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Mario Draghi ai quali chiede di spostare le...

L’Ue con Draghi, linea dura per le aziende inadempienti

a cura della Redazione/ Al summit europeo i 26 sposano la linea di Mario Draghi: bisogna accelerare sui...

L'ex Assessore della Regione Calabria Michele Trematerra
L’ex Assessore della Regione Calabria Michele Trematerra

Calabria – È stato rinviato a giudizio l’ex Assessore all’Agricoltura della Regione Calabria Michele Trematerra, dell’Udc, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione elettorale nell’ambito dell’inchiesta, denominata “Acheruntia”. L’indagine è stata condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. Il rinvio a giudizio è stato emanato da Giovanna Gioia, Gup del Tribunale di Catanzaro, su richiesta del Pubblico Ministero Pierpaolo Bruni. Serve sempre prudenza nei processi che numerose volte, troppe, si sono rivelati solo un dispendio di risorse dello Stato con clamorose assoluzioni di massa. Michele Trematerra, recita l’accusa, avrebbe avuto rapporti con la cosca “Lanzino-Rua'” della ‘ndrangheta. Se l’accusa dovesse trovare conferma, senza dubbio, significherebbe che la zona grigia costituita dai rapporti tra politica e mafia, inizierebbe a scalfirsi.

“La ’ndrangheta non è solo una delle mafia. La ’ndrangheta è la mafia – scrive la Gazzetta del Sud nel lancio della notizia che fa tremare la politica calabrese. Una organizzazione criminale che sa infiltrarsi arrivando dove altri non riescono ad arrivare, stringendo rapporti con la politica per gestire voti e appalti. La mafia delle ’ndrine mostra il suo solito volto anche nell’inchiesta “Acheruntia”, una indagine che ha rischiarato gli ipotetici patti costruiti lungo l’asse Acri-Catanzaro. Il gup distrettuale di Catanzaro, Giovanna Gioia, ha disposto il processo nei confronti dell’ex assessore regionale dell’Udc, Michele Trematerra, e di altri 21 imputati coinvolti, a vario titolo, nell’inchiesta della Dda di Catanzaro. Il giudice ha pure pronunciato la sentenza, col rito abbreviato, nei confronti dell’ipotetico reggente del clan degli italiani di Cosenza, Rinaldo Gentile (difeso dall’avvocato Cesare Badolato), che è stato condannato a 8 anni di reclusione. Assolto, invece, «perché il fatto non sussiste», Angelo Cofone, come aveva sollecitato il suo difensore, l’avvocato Pasquale Di Iacovo. Il pm antimafia, Pierpaolo Bruni aveva chiesto nove anni per Gentile e 4 per Cofone. A giudizio sono finiti: Elio Abbruzzese, Francesco Abbruzzese, Luigi Belsito, Giuliano Bevilacqua, Alfredo Bruno, Giuseppe Burlato, Domenico Cappello, Franco Caruso, Andrea Cello, Adolfo D’Ambrosio, Claudio Dolce, Giampaolo Ferraro, Angelo Gencarelli, Salvatore Gencarelli, Massimo Greco, Enzo La Greca, Luigi Maiorano, Gemma Martorino, Giuseppe Perri, Antonio Rosa, Giuseppe Tarsitano e, appunto, l’ex esponente di punta dell’Udc calabrese, Michele Trematerra.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

L’Italia punta al vaccino fatto in casa: “Serve un polo nazionale pubblico-privato”

Si è svolto oggi pomeriggio al Mise il primo tavolo rivolto alla produzione del vaccino anti Covid...

Fabio Gallo: in Calabria Democrazia ostaggio del bisogno. Rinviare le elezioni

Il Movimento civico NOI ha scritto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Mario Draghi ai quali chiede di spostare le...

L’Ue con Draghi, linea dura per le aziende inadempienti

a cura della Redazione/ Al summit europeo i 26 sposano la linea di Mario Draghi: bisogna accelerare sui...

Calabria, Scuola: disagi nei territori di Vibo, Lamezia e Cosenza.

Da Vibo Valentia, Lamezia e Cosenza, insieme, per parlare di Scuola e delle contraddizioni che su di essa ricadono in tempo di...