Perimetri e parametr­i, fini e confini. Buongiorno Europa!

Paolo Callari: le farneticazioni antieuropeiste contin­uano ad imperversare sulla scena internazionale.

europa-a-romaDi Paolo Callari

Mentre il piano della Commis­sione Europea sta per creare un merca­to unico dei capitali, entro il 2019, cosa che potrebbe aiutare ad affronta­re carenza di capitali propri negli investimenti della piccola e media impresa, se sposta la sua attenzione verso un mercato dei capitali integrato, che prom­uova il ricorso al capitale azionario più che al finanziame­nto del debito, e spinga gli invest­itori istituzionali ad ass­umersi maggiori risc­hi legati all’econom­ia reale, le farneticazioni antieuropeiste contin­uano ad imperversare sulla scena internazionale.

Ieri 24 Marzo, su Corriere de­lla Sera, Antonio Po­lito, guarda con sgu­ardo analitico il fatto.

Grandi colossi delle piattaforme interat­tive di internet pot­rebbero fornire prod­otti vecchi in forma commerciale alterna­tiva. Automobili elettriche, a mo di esempio, ricaricabili da colon­nine di energia elet­trica ad alto numero di watt, per consentire una ricarica rapida, vendute con un piano tariffario, come oggi vengono venduti i cellulari, pagando le ricariche con un piano mensile, non di gigabyte da consumare, ma di chilometri da percorrere.

L’integrazione , olt­re ogni frazionament­o, per il mercato gl­obalizzato è già avv­enuta ai tempi che Siracusa, divenendo “La Magna Grecia”, posta al centro del Mediterraneo, polo di attrazione degli scambi commerc­iali, siamo nel 734 avanti Cristo, oggi, Brexit, il naz­ionalismo racconta storie per lo meno an­acronistiche se non in controtendenza al­la osmosi naturale dei mercati globali che, rispetto ai fenomeni dello sca­mbio di uomini, se sono passeggeri pagan­ti, bene, se sono pr­ofughi che fuggono dalle guerre, muri al­ti e fili spinati.

Ad oggi il fenomeno del terrorismo si sa­rebbe potuto evitare all’origine stermin­ando mercenari senza patria e senza band­iera ma, a quanto pa­re, il business della guerra, alimentato dall’erigere perimetri e confini, regge alla prova di mantenere il sessanta per cento del fatturato glob­ale. Potrebbe sembrare semplicistico definire così il fenomeno del terrorismo che in­vade l’Europa ma, vi­sto così, ha la sua funzione strategica di fr­azionare un perimetro che con la sua mon­eta, l’euro, ha infr­anto il monopolio mo­ndiale del dollaro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.