Turismo in Puglia: confermato successo dello scorso anno. Nel cuore del Salento arriva una Biennale

Gli operatori indicano per la Pasqua 2017 un andamento stabile rispetto ai già buoni risultati del 2016 con un incremento del 20% delle presenze. Presto prenderà vita nel Salento la Biennale della Dieta Mediterranea.

Il Castello De' Monti di Corigliano D'Otranto (LE) - nel cuore del Salento

Il Castello De’ Monti di Corigliano D’Otranto (LE) – nel cuore del Salento

L’Osservatorio Regionale del Turismo ha svolto un sondaggio fra gli operatori del settore sulle previsioni dell’andamento nel periodo turistico pasquale in Puglia. L’indagine ha coinvolto circa 5mila strutture ricettive con un sondaggio on line. Hanno risposto 506 strutture ricettive (circa il 10% del totale), un campione rappresentativo. Particolarmente alta la risposta del Salento con il 53% di rappresentatività sul totale dei questionari esaminati.

“Gli operatori indicano per la Pasqua 2017 un andamento di sostanziale stabilità rispetto ai già buoni risultati del 2016 che aveva registrato per Pasqua un incremento del 20% delle presenze; nel report vengono indicate anche le previsioni estive per Area territoriale. Bari e la costa, il Salento e la Valle d’Itria evidenziano la maggior dinamicità anche per il 2017 – ha commentato l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone – Un dato però ci invita a riflettere: pochi operatori (il 23%) hanno promosso iniziative speciali in occasione della Pasqua a riprova ancora di una scarsa capacità nell’innovare e integrare la propria offerta, nonostante il 48% degli operatori indichino come necessaria per il successo di una destinazione turistica la promozione di prodotti turistici specifici. Per questo dobbiamo fare uno sforzo maggiore, così come prevede lo stesso Piano strategico del turismo Puglia365, per costruire pacchetti mirati per prodotti e per periodi dell’anno in modo da attirare ancora più viaggiatori tutto l’anno”.

Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace

Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace

A CORIGLIANO D’OTRANTO LA COSTITUENTE DELLA BIENNALE DELLA DIETA MEDITERRANEA E DIRITTI UMANI
Una importante novità dal profilo dell’economia del turismo per il territorio salentino per il prossimo futuro si annuncia essere la “Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace” (www.biennaledietamediterranea.it), che ha scelto il Salento, in particolare il suo cuore, Corigliano D’Otranto, per la sua “Costituente”. Il prossimo anno, dunque, proprio nel periodo pasquale, si potrebbe avere una prima concentrazione di Nazioni interessate allo sviluppo quantomai attuale, di nuove economie legate ai diritti alla sana alimentazione e all’acqua potabile, conseguenze di una intelligente visione del futuro che contempla il rispetto dell’Ambiente, in attuazione della Governance Sostenibile delle Nazioni Unite.

Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace

Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace

Il progetto promosso dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” (www.paoloditarso.it) è già largamente condiviso e nasce con il patrocinato del Ministero della Salute. Prende vita giorno 21 e 22 Aprile nel suggestivo Castello di Corigliano D’Otranto con ospiti internazionali provenienti dalla Repubblica di Malta, Grecia, Albania che saranno parte costituente della stessa BIENNALE che intelligentemente la Fondazione ha aperto a tutti i portatori di interesse trattandosi di progetto di sviluppo economico non solo della Puglia ma dell’Area del Mediterraneo. A fare gli onori di casa il Primo Cittadino di Corigliano D’Otranto Dina Manti che ha voluto inserire la Conferenza per la Costituente nella nota Festa di San Giorgio. La Dieta Mediterranea, ricordiamo, è stata proclamata dall’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

A proposito di incentivazione al Turismo in chiave innovativa la Fondazione “Paolo di Tarso” presenterà la mattina del 22 Aprile, in occasione della sottoscrizione del Manifesto della Costituente, la digitalizzazione del Castello di Corigliano D’Otranto che sarà inserita nel DIGITAL CULTURAL HERITAGE MUSEUM, il primo in chiave esclusivamente visuale dedicato al grande Patrimonio Culturale Italiano, per Turisti, Viaggiatori e Pellegrini del mondo della Rete.

Fonte ASCA – ComunicareITALIA.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.