Antimafia: Gip riduce sequestro a Adriana Musella. Rigettata ipotesi di appropriazione indebita

Il Gip di Reggio Calabria ha rigettato invece l'ipotesi di appropriazione indebita nei confronti di Adriana Musella, difesa dagli avvocati Carlo Morace e Giovanna Fronte.

Adriana Musella

Adriana Musella

(AGI) – Reggio Calabria, 5 ott. – Si ridimensiona già in sede di udienza preliminare l’accusa mossa ad Adriana Musella dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Il Giudice delle indagini preliminari di Reggio Calabria, Domenico Santoro, ha diminuito a 20 mila euro la somma di denaro sottoposta a sequestro, inizialmente pari a 75 mila euro, nei confronti di Adriana Musella, Presidente dell’Associazione Coordinamento Nazionale Antimafia “Riferimenti” Gerbera Gialla.
Il sequestro era stato disposto dalla Procura per le ipotesi di appropriazione indebita e malversazione nei confronti dello Stato. Il gip ha emesso ordinanza di convalida del sequestro solo per la somma di 20.131,75 euro per il capo c, ovvero la malversazione, in misura ridotta pero’ rispetto a come era stata inizialmente configurata, pari a 50 mila euro.

GIP RIGETTA IPOTESI DI APPROPRIAZIONE INDEBITA
Il Gip ha rigettato invece l’ipotesi di appropriazione indebita nei confronti di Adriana Musella, difesa dagli avvocati Carlo Morace e Giovanna Fronte.

Leave a Reply

Your email address will not be published.