Fronda 5S anti-Giorgetti: “Adesso ci vuole sabotare”

La manovra sta agitando e non poco le acque nel governo. E adesso nel mirino di parte dei grillini finisce il sottosegretario Giorgetti

giancarlo giorgetti Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri

Giancarlo Giorgetti (Lega), Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

La manovra sta agitando e non poco le acque nel governo. Di fatto le pressioni su Tria e l’audio di Rocco Casalino che annuncia purghe al ministero hanno fatto salire e non poco la temperatura nella maggioranza.

Comincia già la resa dei conti tra grillini e leghisti. E a quanto pare, secondo quanto riportato dal Messaggero, nel mirino dei grillini sarebbe finito il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giorgetti. La sua posizione in questa “guerra a distanza” con via XX Settembre sarebbe più schierata dalla parte di Tria. Ai grillini infuriati per i 10 miliardi che mancano all’appello per il reddito di cittadinanza, il sottosegretario avrebbe risposto: “Cosa c’è da sorprendersi? È il gioco delle parti, il ministro dell’Economia dice sempre di no”. Da qui le accuse sotto traccia dei 5 Stelle: “Ci sta sabotando, bisogna che si dia una calmata”.

A far scendere definitivamente il gelo però sarebbero state le reazioni di Giorgetti all’audio di Casalino. Infatti il suo messaggio è stato abbastanza chiaro: “Basta non averlo il portavoce e non c’è. Lui non può cacciare proprio nessuno, come non può farlo nessun altro del governo”. Frasi non gradite da alcuni ambienti Cinque Stelle. E così sui social affiorano le prime proteste anti-Giorgetti da parte Cinque Stelle: “Attento Giorgetti, Conte ti rigira come un calzino. Ci si può fidare di Giorgetti?”. Il sottosegretario è un uomo freddo. E sa resistere anche a questo…

Fonte Il Giornale a cura di Franco Grilli

Leave a Reply

Your email address will not be published.