Metro Cosenza-Rende e UNICAL: la Regione Calabria intende rivalutare la Progettazione

Seconda sentenza del Tribunale Amministrativo della Calabria favorevole all'imprenditrice Milena Gabriele la cui attività ha ricevuto grossi danni dalla transennatura realizzata per la realizzazione della Metrotranvia e del così detto "Parco del Benessere" voluto dal Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. Ora, la Regione Calabria rivaluterà la progettazione.

Il rifornimento di carburanti di Milena Gabriele

Il rifornimento di carburanti di Milena Gabriele

Seconda sentenza del Tribunale Amministrativo della Calabria favorevole all’imprenditrice Milena Gabriele la cui attività ha ricevuto grossi danni dalla transennatura realizzata per la realizzazione della Metrotranvia e del così detto “Parco del Benessere” voluto dal Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. Il Comune di Cosenza, nonostante le disposizioni del TAR non ha proceduto all’esecuzione immediata e, nel pomeriggio di giorno 9 Febbraio 2019 giunge la terza buona notizia per l’imprenditrice. La Regione Calabria scrive e afferma di volere obbedire al TAR Calabria e dispone la “rivalutazione del progetto”. Nel pomeriggio di ieri il Portavoce Nazionale del Movimento NOI Fabio Gallo, proprio dal rifornimento di carburanti, aveva registrato una dura testimonianza a favore della Gabriele, evidenziando i gravi problemi di illegittimità che si stanno registrando nella Pubblica Amministrazione locale.

Qui, a seguire, il comunicato Stampa dello Studio legale della Signora Gabriele.

“La Regione Calabria intende rivalutare la Progettazione esecutiva, Realizzazione del “Sistema di collegamento metropolitano tra Cosenza-Rende e Università della Calabria” secondo quanto riportato nella nota del Dirigente Generale – Ing. Domenico Pallaria – datata 08/02/2019 – inviata alla CMC appaltatrice dei lavori di che trattasi ed al Comune di Cosenza – II° Dipartimento Tecnico – Dirigente del Settore 7° Infrastrutture e Mobilità Ing. Francesco Converso.

Nella sostanza, l’Ing. Pallaria – nella sua indicata qualità – chiede alla Ditta esecutrice, attraverso i propri progettisti, di valutare e proporre idonee soluzioni progettuali, al fine di limitare gli impatti sull’attività della stazione di servizio nella titolarità della ricorrente (Milena Gabriele).

A tal fine, lo stesso Ing. Pallaria “ritiene necessario un confronto tecnico affinché l’Amministrazione regionale e il Comune di Cosenza si determinino in ordine agli adeguamenti progettuali da apportare al progetto esecutivo in esecuzione, tanto relativamente alla fase di realizzazione, quanto al dettato nella parte motiva della prefatta ordinanza” del TAR Calabria.

Da ciò la comunicazione di un incontro per “giorno 15 febbraio alle ore 11,30 presso gli Uffici del Dipartimento Lavori Pubblici – Cittadella Regionale – Loc. Germaneto – Catanzaro“.

Questo il contenuto della nota inviata per conoscenza all’avv. Piero Funari che, unitamente all’avv. Albino Domanico, ha sostenuto le ragioni di Milena Gabriele davanti ai Giudici amministrativi.

I due legali hanno preso atto e considerata favorevolmente l’iniziativa degli Organi regionali la cui disponibilità, e possibile acquiescenza al pronunciamento del Tar in favore delle istanze di Milena Gabriele, potrebbe porre fine ad una vicenda di chiara lettura e di evidenti conseguenze ove dovesse persistersi in atteggiamenti autoritari e di principio non finalizzati al rispetto delle più che legittime istanze di una corretta, coraggiosa e determinata imprenditrice.

Gli stessi legali auspicano, così, la possibile fine di una querelle che non darebbe certamente lustro a chi, comunque, ne sia la causa senza tener conto dei danni, disagi e conseguenti obblighi risarcitori”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.