-0.1 C
Rome
mercoledì, Dicembre 2, 2020

Scontro Italia – Francia, definite “stupide” le azioni di Di Maio

Must read

NOI Rete Umana chiede la revoca delle elezioni regionali: Decreto irregolare.

L'associazione NOI Rete Umana - Movimento di Opinione Sociale, Culturale e Politico, assistita dall'avvocato Gian Paolo Stanizzi, ha chiesto la...

Movimento NOI a Mattarella: destituisca il Consiglio regionale della Calabria per l’Art. 126 della Costituzione.

a cura della Redazione/ Il Movimento NOI ha scritto al Presidente della Repubblica chiedendo di valutare lo scioglimento del...

Sanità Calabria, “NOI” al Governo: inviate il Colonnello Bortoletti. Lo chiedono i calabresi e risolve i problemi

di Fabio Gallo/ La questione Sanità in Calabria rischia una deriva molto pericolosa che potrebbe riflettersi come ulteriore...

euronews scontro-italia-francia
Euronews ha sentito l’ex deputato del pd Sandro Gozi e Morgan Guerin, esperto di politica internazionale dell’Istituto Montaigne

Il forte scontro diplomatico fra Parigi e Roma, riattivato anche dalla visita del vicepremier Luigi Di Maio ai gilet gialli, suscita le reazioni dell’opposizione democratica italiana. Euronews ha sentito l’ex deputato del pd Sandro Gozi: “Penso che le azioni di Di Maio e Salvini siano stupide, atteggiamenti che vanno contro gli interessi del nostro paese. Ciò non significa che un leader politico non possa avere contatti con altri movimenti politici, ma un leader politico, quando rappresenta il governo, non può andare permanentemente a caccia di un nemico esterno per nascondere un problema interno. E questo è esattamente ciò che fa Di Maio. Non solo incontra un movimento violento ma incontra la frangia più violenta di questo movimento; e questo succede dopo che Di Maio ha incoraggiato i più violenti gilets gialli ad andare avanti – vi ricordate quando i gilet gialli hanno attaccato un ministero in Francia ? Quel giorno il vice-premier italiano li incitava ad andare avanti”.

Sul tema euronews ha sentito anche un esperto di politica internazionale dell’Istituto Montaigne.

Morgan Guerin: “Non registriamo la possibilità per evitare l’escalation nell’attuale fase elettorale europea. Notiamo che le due anime del governo italiano hanno deciso di lavorare insieme per litigare con la Francia e ottenere vantaggi elettorali – forse c’è una competizione (tra M5S e Lega) su chi alza più i toni con la Francia – ma forse è anche un terreno sul quale trovare nuovamente una unità di intenti”.

Fonte Euronews

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

NOI Rete Umana chiede la revoca delle elezioni regionali: Decreto irregolare.

L'associazione NOI Rete Umana - Movimento di Opinione Sociale, Culturale e Politico, assistita dall'avvocato Gian Paolo Stanizzi, ha chiesto la...

Movimento NOI a Mattarella: destituisca il Consiglio regionale della Calabria per l’Art. 126 della Costituzione.

a cura della Redazione/ Il Movimento NOI ha scritto al Presidente della Repubblica chiedendo di valutare lo scioglimento del...

Sanità Calabria, “NOI” al Governo: inviate il Colonnello Bortoletti. Lo chiedono i calabresi e risolve i problemi

di Fabio Gallo/ La questione Sanità in Calabria rischia una deriva molto pericolosa che potrebbe riflettersi come ulteriore...

Sanitá Calabria: ora i Medici scendono in Piazza a Cosenza

Continua senza sosta il drammatico afflusso di pazienti positivi al Covid-19 presso il Pronto Soccorso. I lavoratori...