-3.3 C
Rome
mercoledì, Gennaio 20, 2021

Sanità Calabria,”NOI”: Cotticelli dica chi sono le “menti raffinate” che lo vogliono “capro espiatorio”

Must read

Il governo ha ottenuto la fiducia alla Camera con 321 “sì”

Roma, 18 gen. (askanews) – Il governo ha ottenuto la fiducia alla Camera con 321 sì, oltre...

Donne e “senso di responsabilità” celebrano la fondazione dei Popolari

A cura della RedazioneAlla vigilia della ricorrenza del giorno 18 Gennaio nel corso del quale Don Luigi Sturzo promuoveva la nascita...

Popolari, Donne e Bene Comune. Il senso di Responsabilità.

Le Donne si chiedono dove sia finito il senso di responsabilità della classe politica. Ne discutono oggi in questo Webinar su "Popolari,...

Conte prepara programma di legislatura.E lavora a “Costruttori”

Giuseppe Conte segue l’operazione “costrutturi” e lavora al discorso da tenere lunedì alla Camera e martedì al...

In una regione nella quale i cittadini sono in gran parte promotori degli scandali politici all’ordine del giorno, in quanto ne eleggono gli artefici per poi lamentarsene quotidianamente, la Sanità non è più un “caso” ma un vero e proprio scandalo che oggi coinvolge anche i Commissari inviati da Governo, con il tentativo di fermare la stretta tentacolare delle mafie che si nutrono, come ampiamente dimostrato dalle indagini della Magistratura, attingendo al cuore del Sistema sanitario.

A dare vita ad una vera e proprio battaglia culturale e politica è il Movimento sturziano NOI che si è fatto carico dei numerosi lamenti dei Cittadini, ma anche di numerosi Medici, Infermieri e OSS, sottoposti alle “sevizie” di un sistema sanitario marcio sul quale marcia da sempre la politica di destra e sinistra e che i Commissari inviati dal Governo, incredibile a credersi, hanno peggiorato imponendo tagli indiscriminati nei vari settori strategici, tra l’altro in tempo di Pandemia.

“Il Movimento NOI – afferma il Portavoce Fabio Gallo – ha chiesto più volte e a gran voce le dimissioni dei Commissari e non ricevendo risposte, nel totale silenzio della politica, ha denunciato tutto alla Magistratura dandone notizia alle Agenzia di Stampa. Un intervento necessario dopo il quale sono stati auditi a Roma i Commissari che, annunciando le dimissioni (il Generale Cotticelli, ndr), ha dichiarato di non volere essere il “capro espiatorio” e di avere contro “menti raffinate”.

Chiediamo al Commissario Cotticelli di fare i nomi di queste “menti raffinate”continua Fabio Gallo” ma anche di chi, a livello governativo, gli ha affidato le consegne per le quali abbiamo subito tagli devastanti nella Sanità calabrese, in tempo di Covid19 esponendo tutti noi calabresi inclusi Medici, Infermieri e Oss a rischi enormi. Gli ricordiamo che lui è un Generale dell’Arma dei Carabinieri e che deve ai Calabresi la massima trasparenza, se è convinto di avere operato bene. Se non ha il coraggio di denunciare, lo faremo NOI che non possiamo permetterci di avere paura poiché a differenza dei Commissari inviati da Roma, in questa Calabria dobbiamo vivere”.

Intanto, proprio in queste ore, il Movimento NOI ha diramato una nota stampa che riportiamo integralmente.

È di queste ore la notizia che il generale Cotticelli, commissario ad acta per il piano di rientro della sanità calabrese, è dimissionario. Finalmente una buona notizia dopo un decennio di progressiva devastazione della sanità calabrese cui il Generale Cotticelli, a nostro avviso, ha ampiamente contributo.

Si è assistito alla “politica” dello smantellamento del diritto alla salute dei cittadini, divenute vere e proprie vittime sacrificali sull’altare della spending review. Si è tagliato indiscriminatamente, tanto da comprimere oltre ogni ragionevolezza il diritto ai livelli essenziali di assistenza.

Non è difatti un caso che la Calabria sia ultima in Italia per l’erogazione dei LEA. La speranza (senza alcuna volontà allusiva al Ministro in carica) è che – come tutti ormai pensano in Calabria – il potere politico regionale non tenti di compiere operazioni di palazzo e quindi di colmare il vuoto istituzionale occupando poltrone.

Adesso, chiediamo anche le dimissioni degli altri commissari a capo delle aziende ospedaliere e delle ASP ed loro posto il Governo ponga dei tecnici qualificatissimi e possibilmente non al servizio di partiti politici. È ora che la sanità calabrese torni ad essere autenticamente al servizio dei cittadini e non più delle consorterie di potere.

Lo hanno dichiarato il Portavoce nazionale NOI Fabio Gallo con i Dipartimenti Salute e Diritto e Giustizia del Movimento NOI.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Il governo ha ottenuto la fiducia alla Camera con 321 “sì”

Roma, 18 gen. (askanews) – Il governo ha ottenuto la fiducia alla Camera con 321 sì, oltre...

Donne e “senso di responsabilità” celebrano la fondazione dei Popolari

A cura della RedazioneAlla vigilia della ricorrenza del giorno 18 Gennaio nel corso del quale Don Luigi Sturzo promuoveva la nascita...

Popolari, Donne e Bene Comune. Il senso di Responsabilità.

Le Donne si chiedono dove sia finito il senso di responsabilità della classe politica. Ne discutono oggi in questo Webinar su "Popolari,...

Conte prepara programma di legislatura.E lavora a “Costruttori”

Giuseppe Conte segue l’operazione “costrutturi” e lavora al discorso da tenere lunedì alla Camera e martedì al...

Ue, Von der Leyen: mantenere le politiche di bilancio di sostegno

Per ritorno a Patto stabilità servono le condizioni, non scadenze. La clausola di...