-3.6 C
Rome
domenica, Gennaio 23, 2022

Covid, Conte: su rallentamenti vaccini ricorreremo in sede legale

Anche AstraZeneca riduce dosi. Inaccettabile. Gravi violazioni contratto

Must read

Flavio Felice parla dei Popolari liberi e forti del 2022 nel webinar di Libertà Civica

Oggi, 18 gennaio, giorno dell'anniversario dell’Appello di don Luigi Sturzo prende vita la conferenza sul tema “Oggi, liberi e forti”. Questo il titolo asciutto...

Pordenonelegge, un progetto dedicato a Pasolini

(ANSA) - PORDENONE, 20 DIC - Fondazione Pordenonelegge guarda al 2022 con tante iniziative programmate dai primi...

ESA sceglie Leonardo per il centro operativo di cyber sicurezza

Milano, 21 dic. (askanews) – Leonardo ha siglato con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) un contratto per progettare,...

Taccuino Quirinale, Omicron il potente e influente “grande elettore”

Roma, 30 dic. (askanews) – Coi contagi ormai a quota centomila e la variante Omicron (5 volte...

“Le ultime notizie che ci arrivano dalle aziende produttrici dei vaccini anti-Covid sono preoccupanti”. Lo scrive su facebook il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“Dapprima Pfizer-Biontech ha comunicato un rallentamento della distribuzione ai Paesi europei delle dosi di vaccino già programmate e questo sta penalizzando proprio i Paesi che, come l’Italia, stanno correndo più velocemente: le Regioni italiane sono costrette a rallentare le nuove somministrazioni per assicurare il richiamo alle persone già vaccinate – spiega il premier -. Ma ancora più preoccupanti sono le notizie di ieri diffuse da AstraZeneca, il cui vaccino è in attesa di essere presto distribuito anche nell’Unione Europea. Se fosse confermata la riduzione del 60% delle dosi che verranno distribuite nel primo trimestre significherebbe che in Italia verrebbero consegnate 3,4 milioni di dosi anziché 8 milioni”.

“Questa mattina il ministro Speranza e il commissario Arcuri hanno incontrato con urgenza i vertici di Astrazeneca Italia, che però hanno confermato il ridimensionamento della capacità produttiva – ammette Conte -. Tutto questo è inaccettabile. Il nostro piano vaccinale, approvato dal Parlamento italiano e ratificato anche in Conferenza Stato-Regioni, è stato elaborato sulla base di impegni contrattuali liberamente assunti e sottoscritti dalle aziende farmaceutiche con la Commissione Europea. Questi rallentamenti delle consegne costituiscono gravi violazioni contrattuali, che producono danni enormi all’Italia e agli altri Paesi europei, con ricadute dirette sulla vita e la salute dei cittadini e sul nostro tessuto economico-sociale già fortemente provato da un anno di pandemia”.

“Ricorreremo a tutti gli strumenti e a tutte le iniziative legali, come già stiamo facendo con Pfizer-Biontech, per rivendicare il rispetto degli impegni contrattuali e per proteggere in ogni forma la nostra comunità nazionale.

Asca NEWS – www.ascanews.it

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Flavio Felice parla dei Popolari liberi e forti del 2022 nel webinar di Libertà Civica

Oggi, 18 gennaio, giorno dell'anniversario dell’Appello di don Luigi Sturzo prende vita la conferenza sul tema “Oggi, liberi e forti”. Questo il titolo asciutto...

Pordenonelegge, un progetto dedicato a Pasolini

(ANSA) - PORDENONE, 20 DIC - Fondazione Pordenonelegge guarda al 2022 con tante iniziative programmate dai primi...

ESA sceglie Leonardo per il centro operativo di cyber sicurezza

Milano, 21 dic. (askanews) – Leonardo ha siglato con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) un contratto per progettare,...

Taccuino Quirinale, Omicron il potente e influente “grande elettore”

Roma, 30 dic. (askanews) – Coi contagi ormai a quota centomila e la variante Omicron (5 volte...

L’Euro compie 20 anni. Adottata in 19 paesi la moneta unica è la valuta più usata nel mondo.

Il cammino verso l'unione monetaria sono iniziati nel 1988, dal primo gennaio del 2002 la valuta comune è entrata concretamente nelle tasche...