-1.9 C
Rome
domenica, Novembre 28, 2021

Movimento civico NOI, Fabio Gallo: denunciamo gravissima omissione nel TG della Sede regionale RAI

Must read

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...
Bandiera del Movimento NOI
Bandiera del Movimento NOI . Immagine tratta dal sito istituzionale www.movimentonoi.it

Prendo atto che la Sede regionale RAI nel suo servizio per il TG pomeridiano ha omesso di citare la presenza del Movimento civico NOI nello schieramento del candidato Sindaco Franz Caruso. Ancora una volta la sede Regionale RAI commette un gravissimo errore a danno del Movimento civico NOI e, di conseguenza, del candidato Sindaco Franz Caruso al quale chiediamo di intervenire perché la RAI rispetti in Calabria la legge elettorale. E’ legittimo chiedersi se vi sia una regia dietro il testo del servizio andato in onda a poche ore dalla chiusura della campagna elettorale.

Una omissione che, evidentemente, deriva dall’aver preso atto del grande contributo “valoriale” che il Movimento civico (civile) NOI sta portando alla coalizione che vuole Franz Caruso Sindaco della città di Cosenza e che oggi risulta avere superato, dall’unione dei coalizzati, oltre il 65% di preferenze dei cittadini di Cosenza. Un atteggiamento, quello della sede Regionale RAI, di una gravità inaudita che segnaliamo alle Autorità Competenti. Ricordiamo l’episodio accaduto nel primo confronto della Tribuna Politica nel corso della quale già da allora il giornalista della Sede Regionale RAI ha tentato di tagliarci il tempo, rivendicato immediatamente da Fabio Gallo candidato Sindaco per la Lista civica “NOI”. Nello stesso servizio del TG la Redazione commette un ulteriore grande errore affermando che la rimonta sarà difficile non evidenziando, invece, che la coalizione di Centro Destra nonostante le numerosissime liste era convinta di vincere al primo turno in maniera schiacciante e costretta poi a ripiegare in un ballottaggio che li sta vedendo in forte crisi. Fabio Gallo afferma: “Mi sono sempre chiesto cosa volesse dire e a chi si riferisse il Procuratore Nicola Gratteri quando affermava che certa stampa è d’interesse a poteri omertosi”.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Prosecco: De Castro-Dorfmann, no a falso made in Croazia.

“Non possiamo tollerare che la denominazione protetta “Prosecco”, una delle più emblematiche a livello Ue, diventi oggetto di imitazioni e abusi, in...