La bomba di Carlo Guccione: in Calabria la speculazione ha regalato il patrimonio Asp e AO

La bomba di Carlo Guccione: in Calabria la speculazione ha regalato il patrimonio Asp e AO

Cosenza, 27 luglio 2018 - Un patrimonio immobiliare di oltre un miliardo e 300 milioni di euro. Beni mobili e immobili non strumentali di proprietà delle Aziende ospedaliere e delle Asp calabresi utilizzati in maniera inefficiente, con contratti non perfettamente in regola, in molti casi inesistenti, fatti con scrittura privata o scaduti addirittura negli anni ’20-30. […]

Castrovillari: 4 sale Operatorie mai entrate in funzione. Guccione interroga Oliverio

Castrovillari: 4 sale Operatorie mai entrate in funzione. Guccione interroga Oliverio

«Quattro sale operatorie del presidio ospedaliero di Castrovillari inaugurate, una prima volta, nel 2012 e mai entrate in funzione. Tanti sono i punti oscuri sui quali urge fare chiarezza». Il consigliere regionale Carlo Guccione ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al presidente della Regione Mario Oliverio per sapere quali iniziative urgenti intende adottare affinché «possano entrare […]

Cosenza, Movimento cattolico NOI: fermate l’ennesima colata di cemento

Cosenza, Movimento cattolico NOI: fermate l’ennesima colata di cemento

Il caso Cosenza si fa spazio sia in rete che sulla carta stampata ed esce dalle quattro mura che sino a ieri contenevano le questioni scottanti, che oggi esondano. La scandalosa situazione di abbandono della Città Storica, dimenticata dalla classe politica al governo sia comunale che regionale, è diventata il campo di battaglia della Comunità […]

Movimento NOI denuncia: a Cosenza imponenti opere abbandonate al degrado

Movimento NOI denuncia: a Cosenza imponenti opere abbandonate al degrado

COSENZA – Esempi di spreco e cattiva amministrazione – Il Movimento politico NOI torna a denunciare gli sprechi e gli esempi di cattiva amministrazione. Alle porte del Centro Storico della Città di Cosenza, a sud dell’ormai desolato lungofiume boulevard doveva nascere il centro sportivo polivalente, con un investimento di centinaia di migliaia di euro, ma […]

Rai: Corte dei Conti, stop a inefficienze e sprechi

Rai: Corte dei Conti, stop a inefficienze e sprechi

La Rai deve attivare “ogni misura organizzativa, di processo e gestionale, idonea ad eliminare residue inefficienze e sprechi, proseguendo, laddove possibile e conveniente, nel percorso di internalizzazione delle attività e concentrando gli impegni finanziari sulle priorità effettivamente strategiche”, con decisioni di spesa “strettamente coerenti con il quadro di riferimento”. E’ il monito della Corte dei […]

E’ l’ideatrice della “Pubblicità Sostenibile”. Ora la seguono in tanti. Silvia Lanzafame candidata con Forza Cosenza per Occhiuto Sindaco

E’ l’ideatrice della “Pubblicità Sostenibile”. Ora la seguono in tanti. Silvia Lanzafame candidata con Forza Cosenza per Occhiuto Sindaco

Si chiama Silvia Lanzafame la giovane Manager della Dieta Mediterranea, Sostenibilità Ambientale e Sicurezza Alimentare che ha ideato la “Pubblicità Sostenibile”, in occasione della sua campagna elettorale per le Amministrative di Cosenza. Si tratta di una forma di pubblicità che utilizza il mondo dei social network con la duplice finalità di lanciare messaggi positivi perché […]

Indennità dei parlamentari e non solo.Tutta l’Italia firma: NO AGLI STIPENDI D’ORO

Indennità dei parlamentari e non solo.Tutta l’Italia firma: NO AGLI STIPENDI D’ORO

Servizio Gruppo Comunicare Italia.it. Il tenore di vita in forte ribasso degli italiani nonché la povertà delle famiglie ha fatto sì stavolta che neanche il caldo torrido impedisse ai cittadini di firmare in numerosissimi il referendum ad esempio circa l’abrogazione parziale e totale della legge per le indennità parlamentari. I cittadini italiani sono stanchi degli […]

Grandi stipendi pessimi risultati. Per i nostri Manager la crisi finiva nel 2010

Grandi stipendi pessimi risultati. Per i nostri Manager la crisi finiva nel 2010

Per i patron delle grandi aziende europee, e per i loro stipendi, la crisi nel 2010 era già finita, con buona pace dello spettro della recessione che aleggiava sull’Europa e dell’allarme di Ocse eFmi sulla disoccupazione. Mentre in ItaliaNapolitano già evocava i “sacrifici necessari” e Confindustria battagliava con i sindacati sul “rigore necessario alla crescita” che diventerà un anno […]