24.1 C
Rome
martedì, Luglio 23, 2024

Napolitano: L’Italia deve farcela. Sarebbe una grande sciocchezza uscire dall’euro

Must read

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

Giorgio Napolitano - Mario Monti
Giorgio Napolitano - Mario Monti

”Sciocchezze o peggio pura demagogia”: il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha cosi’ seccamente liquidato le ipotesi di una uscita dell’Italia dall’euro con ritorno alla lira. Napolitano ne ha parlato in una ampia intervista rilasciata ad Eugenio Scalfari e pubblicata oggi da Repubblica nella quale ha ribadito che il futuro del nostro Paese e’ nell’Europa. Quanto alla crisi e alla fase di difficolta’ attuale Napolitano ha detto: ”Non mi domandare se ce la faremo. Io so soltanto che dobbiamo farcela”. Il problema e’ il come? Napolitano nel colloquio in proposito fa osservare che ”hanno provato ad aprire nuove strade, e con successo, a fine giugno a Bruxelle, Monti, Hollande, Rajoy, Draghi e altri”. Ma il presidente indica anche un rapporto positivo e costruttivo con la Germania e con la cancelliera Angela Merkel. ”Nei diversi scambi di opinioni che ho avuto in questi anni con la signora Merkel, si e’ sempre espressa reciproca comprensione e fiducia tra noi. Sono in gioco questioni complesse, si sono manifestati disaccordi non lievi, ma il rapporto tra l’Italia e la Germania, e quindi tra i due governi e le rispettive rappresentanze e opinioni pubbliche, rimane un pilastro fondamentale della costruzione europea”. Sul futuro prossimo dell’Europa, Napolitano si dice convinto e favorevole ad andare verso un’unione politica, verso un’unione federale europea. Bisogna muovere -dice Napolitano- in quella direzione senza remore e tabu’. ”Gli Stati nazionali garantiscono una tradizione, una cultura, una storia, ma soltanto l’unione politica dell’Europa, secondo l’originaria ispirazione federale, garantisce la speranza del futuro” ASCA

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

Guerra in Ucraina: Adriana Musella scrive al Cardinale Zuppi

di Adriana Musella, già Presidente Coordinamento Nazionale antimafia/Carissimo Cardinale Carlo Maria Zuppi e Vescovi tutti, credo sia...