ASSASSINI: Imprenditore si uccide: colpa di sistema cinico punito dal mondo.

Il Parlamento

La crisi continua a mietere vittime. Un uomo, imprenditore edile, si è suicidato sparandosi in testa. Tocca ancora una volta a Padova, dove nel giro di meno di un mese si sono tolti la vita due imprenditori del settore dell’edilizia. All’origine del gesto la pesante situazione debitoria della sua azienda.

Il suo nome era Giovanni Schiavon, e l’uomo era titolare della Eurostrade 90 Snc, azienda di Peraga di Vigonza, nel padovano. Prima di puntarsi la pistola alla testa avrebbe scritto un breve biglietto di spiegazioni alla famiglia che si conclude con la frase: “Scusate, non ce la faccio più”. La società si trovava, a quanto risulta dalle prime indagini condotte dai carabinieri che si occupano del suicidio, in una situazione debitoria dovuta principalmente a ritardi nel pagamento di lavori realizzati nel settore pubblico il cui saldo dilazionato aveva messo in difficoltà la ditta.

Era sommerso dai debiti ma da mesi avrebbe cercato inutilmente di riscuotere crediti pare per 200mila euro che vantava e che sperava potessero risollevare le sorti della sua azienda. In questo periodo, le banche gli avrebbero anche chiesto di rientrare dalle linee di finanziamento aperte e, di mese in mese, avrebbe visto slittare in avanti la date dei pagamenti dei lavori fatti anche a favore di Enti locali.

La situazione non più florida dell’azienda aveva portato il titolare a licenziare alcuni dipendenti, poi la tragica decisione dovuta alla depressione per l’azienda in difficoltà sempre più pesanti. Aveva dovuto mettere in cassa integrazione sette dipendenti. Terminate le ultime commesse, sarebbe stato un Natale di cassa integrazione anche per gli altri, con i soldi in cassa per pagare stipendi e tredicesime ridotti al lumicino.

Troppo lo stress e il malessere per un imprenditore conosciuto nella zona per la sua serietà e professionalità. L’uomo si è chiuso nel suo ufficio e ha premuto il grilletto. Il corpo senza vita è stato trovato da un dipendente. Inutili i soccorsi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.