18.4 C
Rome
sabato, Ottobre 24, 2020

ITALIA 150: Calderoli, il 17 Marzo festeggiare lavorando

Must read

Sanità e Covid19: lettera aperta a Conte, Lamorgese e Speranza dal Movimento NOI

La questione Sanità nell'Ospedale Civile di Cosenza preoccupa cittadini, medici, infermieri e oss per l'aumento esponenziale dei casi di Covid19 e per...

Sanità Calabria,”NOI”: Cotticelli dica chi sono le “menti raffinate” che lo vogliono “capro espiatorio”

In una regione nella quale i cittadini sono in gran parte promotori degli scandali politici all'ordine del giorno, in quanto ne eleggono...

Papa Francesco e il Presidente Mattarella

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Visita di Restituzione del Santo Padre al Quirinale

Fabio Gallo: troppa corruzione. Salto generazionale è indispensabile

Fabio Gallo riflette sul tema della corruzione nel mondo della politica e della pubblica amministrazione

“Ho votato contro, a suo tempo, in Consiglio dei Ministri e sono e resto completamente contrario al fatto che l’attribuzione delle caratteristiche di festivita’ nazionale, conferita alla data del 17 di marzo, comporti la chiusura di molti uffici pubblici”. Lo ha detto il ministro per la semplificazione normativa, Roberto Calderoli.

“In un periodo di crisi come quello attuale appare paradossale caricarsi dei costi di una giornata festiva, un evento significativo quale il 150esimo dell’Unita’ d’Italia puo’ essere celebrato degnamente lavorando e non restando a casa”, ha detto Calderoli, “La chiusura di una parte degli uffici pubblici rischia, infatti, di ricadere poi sulle attivita’ lavorative private, con possibili danni di miliardi di euro, non soltanto in relazione al singolo giorno perso per via della festivita’ ma per le possibilita’ di ‘ponte’ che si verrebbero a creare conseguentemente”.

“Domani verranno portate in Consiglio dei Ministri una serie di proposte per il rilancio dell’economia e dell’impresa e a riguardo andra’ assolutamente affrontata la questione del 17 di marzo, facendo assoluta chiarezza su questa festivita’ e soprattutto sull’eventuale chiusura o meno degli uffici pubblici”.

- Advertisement -

More articles

1 COMMENT

  1. Carissimo Ministro, sono pienamente d’accordo con te. i 150 anni dell’Unità d’Italia, anche per premiare il sangue che i nostri Padri hanno versato, andrebbe premiato con una profonda inversione culturale che aiuti a riflettere sui probleemi seri che sono oggi costituiti dal lavoro e dalle nuove forme di povertà. Dunque festeggiamo si ma lavorando. Grazie. Ferfinando G.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Sanità e Covid19: lettera aperta a Conte, Lamorgese e Speranza dal Movimento NOI

La questione Sanità nell'Ospedale Civile di Cosenza preoccupa cittadini, medici, infermieri e oss per l'aumento esponenziale dei casi di Covid19 e per...

Sanità Calabria,”NOI”: Cotticelli dica chi sono le “menti raffinate” che lo vogliono “capro espiatorio”

In una regione nella quale i cittadini sono in gran parte promotori degli scandali politici all'ordine del giorno, in quanto ne eleggono...

Papa Francesco e il Presidente Mattarella

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Visita di Restituzione del Santo Padre al Quirinale

Fabio Gallo: troppa corruzione. Salto generazionale è indispensabile

Fabio Gallo riflette sul tema della corruzione nel mondo della politica e della pubblica amministrazione

Sergio Mattarella al Festival Nazionale dell’Economia Civile

Ufficio Stampa del Quirinale/ Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato alla giornata inaugurale della seconda edizione del Festival Nazionale dell’Economia Civile, che si...