-1.9 C
Rome
domenica, Novembre 28, 2021

Gabriele Del Grande: sto bene ma sono vittima di violenza istituzionale

Must read

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Gabriele Del Grande
Gabriele Del Grande

E’ rientrato in Italia e sta bene Gabriele Del Grande, il giornalista, blogger e regista toscano fermato lo scorso 9 aprile in Turchia e rilasciato oggi. “Sto bene, la più grande difficoltà è stata la privazione della libertà. Nessuno mi ha mancato di rispetto o mostrato violenza” ha detto ai giornalisti al suo rientro all’aeroporto di Bologna.

“Sono stato vittima di una violenza istituzionale. Considero illegale quello che mi è successo. Non mi è stato torto nessun capello, non ho ricevuto alcun tipo di violenza fisica”, ha detto Del Grande, dopo avere abbracciato i familiari.

Il giornalista italiano, accolto dal ministro degli Esteri Angelino Alfano, ha detto di essere stato interrogato da “uomini in borghese” che gli hanno rivolto domande sul suo lavoro. Del Grande ha inoltre rivolto un pensiero a tutti “i giornalisti in arresto in Turchia e in altri Paesi” ed ha ringraziato, le istituzioni, il ministro Alfano e la rete diplomatica, la società civile italiana e le autorità turche per la soluzione del caso. “Adesso, dopo giorni di sciopero della fame, vado a mangiare”, ha detto sorridendo. Fonte ASCA

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Prosecco: De Castro-Dorfmann, no a falso made in Croazia.

“Non possiamo tollerare che la denominazione protetta “Prosecco”, una delle più emblematiche a livello Ue, diventi oggetto di imitazioni e abusi, in...