-1.5 C
Rome
giovedì, Aprile 25, 2024

Interdittiva Antimafia al locale di ristoro nella Cittadella della Regione Calabria.

Must read

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

antimafia, gerardo mario oliverio, regione calabria
Il Presidente della Regione Calabria Gerardo Mario Oliverio inaugura PECCO

Fonte: Il Fatto di Calabria/ ci sarebbero stati contatti continui e “sospetti” con le cosche del Crotonese da parte di prestanome. Sarebbe questa la inquietante base su cui ha preso le mosse una clamorosa interdittiva antimafia emessa a carico della Ristorart, colosso nazionale della ristorazione con sede in Toscana ma con “cuore” tutto calabrese nelle mani dell’imprenditore Capogreco. È stato il Prefetto di Prato, Scialla, a firmare il provvedimento pare per il convincimento che alcuni prestanome evidentemente collusi o infiltrati abbiano poi preso contatti con varie ditte per conto dell’azienda “madre”.

Tutte ipotesi che naturalmente andranno irrobustite da altri uffici e altri gradi di prevedibile contenzioso, dal momento che l’azienda ha ora 90 giorni per contrastare con un ricorso il provvedimento. Nelle more sono a rischio tutti i contratti di fornitura in essere e va da sè che il più ingombrante ed espositivo sia quello inaugurato non molto tempo fa nel ventre della Cittadella regionale. Già, proprio così. Ristotart è l’azienda capofila, vetrina del progetto enogastronomico denominato Pecco. 1600 metri quadrati d’esposizione di prodotti a chilometro zero nella “pancia” della Cittadella regionale (la sede centrale della Regione Calabria, ndr.) allietata dai sapori e dal saper fare di Nicola Capogreco. Il giorno dell’inaugurazione il governatore Gerardo Mario Oliverio a stento ha trattenuto l’enfasi. 《Finalmente la Calabria che produce nella casa dei calabresi》l’emozionata sintesi e soddisfazione di Oliverio al taglio del nastro. Ora “l’inciampo” dell’interdittiva rischia di compromettere e non poco il progetto (anche questa, se vogliamo, è la Calabria…).

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

Guerra in Ucraina: Adriana Musella scrive al Cardinale Zuppi

di Adriana Musella, già Presidente Coordinamento Nazionale antimafia/Carissimo Cardinale Carlo Maria Zuppi e Vescovi tutti, credo sia...