15 C
Rome
mercoledì, Luglio 28, 2021

Calabria: l’economista Aiello candidato del M5S che si spacca al suo interno

Must read

Pronto Soccorso di Cosenza nel Caos e la Consulta boccia Commissari e Governo.

Il 9 marzo 2020 ha segnato l’inizio dell’incubo chiamato Covid19 che da una parte ha profondamente turbato il nostro Paese inginocchiando famiglia...

Sanità, la Consulta boccia tutti. Ora, via i Commissari e provveda il Governo al ripristino della Sanità pubblica.

I popolari del Movimento civico NOI manifestano soddisfazione per quanto sancito dalla Corte Costituzionale. La Consulta ha stabilito che è incostituzionale non avere...

Giovanni Palladino: i popolari sturziani non sono di sinistra. Un chiarimento necessario

Di Giovanni Palladino/Introduzione di Fabio Gallo/ Dalla destra alla sinistra sono in tanti...

Il Movimento NOI dice basta alle logiche di palazzo del partitismo italiano e si candida come forza di rinnovamento del Paese

di Fabio Gallo e Alessandro Oteri/ Alessandro Oteri è il nostro Delegato per la Città di Palermo e...

Francesco Aiello - Candidato del M5S alla presidenza della Regione Calabria
Francesco Aiello – Candidato del M5S alla presidenza della Regione Calabria

La redazione/

Non è certo la migliore stagione politica per il M5S che in calabria, per le regionali, individua il professore di Economia Francesco Aiello in forze all’UNICAL. Una candidatura che ha fatto spaccare al suo interno il M5S già flagellato dalla crisi nazionale, poiché Francesco Aiello non avrebbe fatto la trafila di votazioni interne al M5S. Strane motivazioni, note solo a chi frequanta il M5S dall’interno.

E’ certo un lontano ricordo l’entusiasmo che i pentastellati suscitavano della popolazione calabrese, che oggi vive la grande crisi di valori della politica che si traducono in una sopravvivenza delle solite lobby familiari da destra a sinistra.

In un contesto nel quale il PD e il Centrodestra hanno avuto la possibilità di governare negli ultimi 20 anni, fallendo, il M5S avrebbe potuto fare molto ma la spada di Damocle lasciata cadere dal Senatore Morra che ha dichiarato di non partecipare al voto, perchè da presidente Antimafia non può trascurare un parente di Aiello che, se pur deceduto, in passato sarebbe stato accusato di mafia. Una profonda ferita aperta nel mondo dei pentastellati in caduta libera che non ha limitato l’entusiamo di Francesco Aiello che avrebbe anche presentato la sua possibile Giunta, qualora venisse eletto alla carica di Presidente della Regione Calabria.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Pronto Soccorso di Cosenza nel Caos e la Consulta boccia Commissari e Governo.

Il 9 marzo 2020 ha segnato l’inizio dell’incubo chiamato Covid19 che da una parte ha profondamente turbato il nostro Paese inginocchiando famiglia...

Sanità, la Consulta boccia tutti. Ora, via i Commissari e provveda il Governo al ripristino della Sanità pubblica.

I popolari del Movimento civico NOI manifestano soddisfazione per quanto sancito dalla Corte Costituzionale. La Consulta ha stabilito che è incostituzionale non avere...

Giovanni Palladino: i popolari sturziani non sono di sinistra. Un chiarimento necessario

Di Giovanni Palladino/Introduzione di Fabio Gallo/ Dalla destra alla sinistra sono in tanti...

Il Movimento NOI dice basta alle logiche di palazzo del partitismo italiano e si candida come forza di rinnovamento del Paese

di Fabio Gallo e Alessandro Oteri/ Alessandro Oteri è il nostro Delegato per la Città di Palermo e...

Il Movimento sturziano NOI si radica in Sicilia. Fabio Gallo: ai popolari di Sturzo il dovere della buona politica

Il Movimento sturziano NOI cresce e si radica in Sicilia. Ad annunciarlo è il portavoce nazionale Fabio Gallo che affida la sua...