-5.4 C
Rome
sabato, Febbraio 24, 2024

Macron e Von der Leyen cercano la Cina per la pace, mentre la Finlandia entra nella Nato

Must read

UnicART bagno di folla per l’evento di CONNESSIONI dedicato alla Città Unica Cosenza-Rende-Castrolibero

Quando ad organizzare un evento, in questo caso un grande evento culturale, è la struttura che fa...

Bocciata la proposta del terzo mandato, Salvini: ‘Nessun problema per il governo’

In commissione Affari costituzionali, dove il provvedimento è all'esame, si sono espressi contro la proposta di modifica...

Clima, a Milano una installazione di denuncia nella Fashion week

Milano, 20 feb. (askanews) – La crisi climatica non risparmia nessuno, neppure la Fashion week di Milano,...

Cellulari in classe? Valditara dice NO fino alle medie

Roma, 22 feb. (askanews) – “Nelle nuove ‘Linee guida sulla educazione alla cittadinanza’ di prossima pubblicazione, in...

Redazione

Si chiude una settimana particolarmente densa in Europa dal punto di vista diplomatico. Il presidente francese Emmanuel Macron e la presidente della Commissione di Bruxelles, Ursula von der Leyen, si sono recati in visita in Cina, con l’obiettivo di tentare di convincere Pechino ad intensificare gli sforzi per trovare una via d’uscita al conflitto tra Russia e Ucraina. 

La Finlandia nella Nato, la Svezia ancora attende

Nel frattempo, la Finlandia è stata accolta ufficialmente nella Nato, mentre la Svezia deve ancora fronteggiare il “no” di Turchia e Ungheria. Ciò nonostante, il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg, ha assicurato che Stoccolma non è isolata e che anzi è già vicina alla Nato. 

E mentre si avvicina il weekend di Pasqua, Stati Uniti e Unione Europea hanno confermato la volontà di rafforzare la loro cooperazione in materia di energia. Con l’obiettivo di consentire ai Paesi membri dell’Ue di affrancarsi dalle importazioni di gas e petrolio russi. 

La cooperazione Ue-Usa in materia di energia

Nel corso di un summit ad hoc, il segretario di Stato americano Antony Blinken ha ribadito che “le politiche adottate dalla Russia hanno evidenziato l’urgenza di operare in questo senso. Si tratta di un’opportunità per un’accelerazione da parte nostra. Per questo, nell’ultimo anno, gli Stati Uniti e l’Europa hanno intensificato ulteriormente la cooperazione in materia di sicurezza energetica”.

Euronews ha ascoltato in merito l’opinione di Simone Tagliapietra, del think tank economico Bruegel.

Fonte Euronews  

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

UnicART bagno di folla per l’evento di CONNESSIONI dedicato alla Città Unica Cosenza-Rende-Castrolibero

Quando ad organizzare un evento, in questo caso un grande evento culturale, è la struttura che fa...

Bocciata la proposta del terzo mandato, Salvini: ‘Nessun problema per il governo’

In commissione Affari costituzionali, dove il provvedimento è all'esame, si sono espressi contro la proposta di modifica...

Clima, a Milano una installazione di denuncia nella Fashion week

Milano, 20 feb. (askanews) – La crisi climatica non risparmia nessuno, neppure la Fashion week di Milano,...

Cellulari in classe? Valditara dice NO fino alle medie

Roma, 22 feb. (askanews) – “Nelle nuove ‘Linee guida sulla educazione alla cittadinanza’ di prossima pubblicazione, in...

Sergio Mattarella a Cipro per attenzione a stabilità Mediterraneo

Roma, 22 feb. (askanews) – L’attenzione alla stabilità del Mediterraneo orientale minacciata anche dalla crisi di Gaza impone di essere presenti. Con...