3.8 C
Rome
domenica, Febbraio 28, 2021

Graziano Delrio: lavoro pubblico dovrà adeguarsi ai principi di efficienza, esattamente come il lavoro privato.

Must read

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

L’Italia punta al vaccino fatto in casa: “Serve un polo nazionale pubblico-privato”

Si è svolto oggi pomeriggio al Mise il primo tavolo rivolto alla produzione del vaccino anti Covid...

Fabio Gallo: in Calabria Democrazia ostaggio del bisogno. Rinviare le elezioni

Il Movimento civico NOI ha scritto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Mario Draghi ai quali chiede di spostare le...

L’Ue con Draghi, linea dura per le aziende inadempienti

a cura della Redazione/ Al summit europeo i 26 sposano la linea di Mario Draghi: bisogna accelerare sui...

graziano delrio-governo italiano
Graziano Delrio – Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

A cura di ILPARLAMENTARE.IT ASCANEWS /

Non ha atteso il nuovo anno il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Graziano Delrio per annunciare una buona notizia che, se effettivamente posta in essere con il rigore che merita il momento, potrebbe essere quantomeno un deterrente per quanti con la loro incompentenza e ignoranza, finiscono per rendere vano il lavoro di coloro i quali, invece, nella Pubblica Amministrazione lavorano con onestà. Soprattutto, questo provvedimento è opportuno poiché le falle d’ignoranza e lentezza nella buracrazia dello Stato hanno procurato danni enormi all’Economia e al Lavoro dei Giovani.

“Gradatamente il lavoro pubblico dovrà adeguarsi ai principi di efficienza, esattamente come il lavoro privato. Non intendo accusare genericamente chi fa un ottimo lavoro, ma l’efficienza della P.A. non è una cosa che uno Stato si può permettere di avere o non avere. Chi svolge un servizio in un ente pubblico deve essere più responsabile di chi lo svolge nel privato”. E’ quanto dichiara il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, in un’intervista a ‘la Repubblica’.
“Lo scarso rendimento è stato normato da Brunetta a suo tempo. Penso piuttosto che dovremmo discutere di digitalizzazione, di standard uguali, di banche date inter operative. La PA – rimarca Delrio – deve funzionare bene e un ministero non deve pensare di essere un pezzo autonomo dello Stato e le Regioni si raccordino con gli altri servizi pubblici”. Regioni, sottolinea, che dovranno accorparsi: “Ne sono sempre stato convinto. La discussione sulle Regioni la facciamo, ma non interferisca con il percorso rapido della riforma costituzionale”. In merito poi alle deleghe del Jobs act e all’ipotesi di inserie la norma sui licenziamenti collettivi, il sottosegretario afferma che “a decidere saranno le commissioni e quindi vedremo la seconda versione del testo. Non penso ci sia alcun eccesso di delega come sostiene la sinistra dem. Noto però che ci si concentra sul dito invece che sulla luna che il dito indica. La sostanza del Jobs act è favorire il contratto a tempo indeterminato e un assegno unico per la disoccupazione. Invece ci si sta appassionando a situazioni-limite”. (askanews)

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Recovery fund, Herbert Dorfmann: “Spazio alle Regioni”

a cura della Redazione/ Martedì 9 febbraio il Parlamento europeo ha approvato, dopo...

L’Italia punta al vaccino fatto in casa: “Serve un polo nazionale pubblico-privato”

Si è svolto oggi pomeriggio al Mise il primo tavolo rivolto alla produzione del vaccino anti Covid...

Fabio Gallo: in Calabria Democrazia ostaggio del bisogno. Rinviare le elezioni

Il Movimento civico NOI ha scritto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Mario Draghi ai quali chiede di spostare le...

L’Ue con Draghi, linea dura per le aziende inadempienti

a cura della Redazione/ Al summit europeo i 26 sposano la linea di Mario Draghi: bisogna accelerare sui...

Calabria, Scuola: disagi nei territori di Vibo, Lamezia e Cosenza.

Da Vibo Valentia, Lamezia e Cosenza, insieme, per parlare di Scuola e delle contraddizioni che su di essa ricadono in tempo di...