-3.4 C
Rome
domenica, Novembre 28, 2021

Formigoni: Corriere, indagato per corruzione e finanziamento illecito

Must read

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Roberto Formigoni
Roberto Formigoni

Roma, 23 giu – Asca – Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, sarebbe indagato dalla Procura di Milano nell’ambito dell’inchiesta sui 70 milioni pagati negli anni a Pierangelo Dacco’ dalla Fondazione Maugeri per il suo ruolo di ”facilitatore” nei rapporti tra questo il polo privato della sanita’ italiana (con base a Pavia) e la Regione. Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, due sono le ipotesi di reato: illecito finanziamento elettorale di oltre mezzo milione di euro nel 2010 da una azienda sanitaria privata in vista della campagna per le Regionali lombarde, e corruzione per i molti benefit di ingente valore patrimoniale (vacanze, soggiorni, utilizzo di yacht, cene di pubbliche relazioni a margine del Meeting di Rimini, termini della vendita di una villa in Sardegna a un coinquilino di Formigoni nella comunita’ laicale dei Memores Domini ) messi a disposizione del governatore lombardo dal mediatore Dacco’. Nell’inchiesta – ricorda ancora il Corriere – derivata da quella sul dissesto finanziario del San Raffaele di don Verze’ dopo il suicidio nel luglio 2011 del vicepresidente Mario Cal, sono state arrestate finora sette persone, tra le quali due amici personali di Formigoni: Dacco’, che e’ in cella dal 15 novembre scorso, e dal 13 aprile un ex assessore regionale democristiano, diventato poi imprenditore immobiliare e consulente nella sanita’, il ciellino Antonio Simone

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Prosecco: De Castro-Dorfmann, no a falso made in Croazia.

“Non possiamo tollerare che la denominazione protetta “Prosecco”, una delle più emblematiche a livello Ue, diventi oggetto di imitazioni e abusi, in...