-3.4 C
Rome
domenica, Novembre 28, 2021

Giorgio Napolitano dalla Slovenia: supereremo anche questa profonda crisi

Must read

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

crisi economica-europa-slovenia- Giorgio Napolitano
Il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano

Monte Santo (Slovenia), 7 lug 2014 – ”Sapremo superare anche questa profonda crisi che ci ha colpito negli ultimi anni e di cui hanno sofferto le conseguenze le nostre economie, la societa’, le popolazioni”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, inaugurando sul Monte Santo, in Slovenia, a pochi passi dal confine italiano, la ”panchina della pace” insieme al presidente sloveno Borus Pahor. Soffermandosi sulle difficolta’ dell’Unione europea, Napolitano ha ricordato che ”sono trascorsi molti decenni da quando nel 1957, a Roma, furono firmati i trattati istitutivi della comunita’ economica europea: ricordo – ha proseguito – i dibattiti difficili di quel momento, anche nel parlamento italiano”. Napolitano ha proseguito, osservando che ”da allora di strada ne abbiamo fatta tantissima, tra molti alti e bassi. La costruzione dell’Europa ha conosciuto molti momenti di crisi, nessuno pero’ cosi’ grave come il periodo che stiamo vivendo, da 7-8 anni. Ma nel passato la comunita’ ha saputo superare crisi che erano essenzialmente nei rapporti politici tra gli stati membri e sono sicuro che superera’ anche questa profonda crisi che ci ha colpito negli ultimi anni”. Lo dice l’ASCA www.asca.it

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Prosecco: De Castro-Dorfmann, no a falso made in Croazia.

“Non possiamo tollerare che la denominazione protetta “Prosecco”, una delle più emblematiche a livello Ue, diventi oggetto di imitazioni e abusi, in...