2 C
Rome
lunedì, Aprile 22, 2024

Sergio Mattarella: Italia e Tunisia unite da lotta al terrorismo

Must read

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

sergio-mattarella
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

“Tunisia e Italia sono unite nella lotta al terrorismo, una sfida insidiosa e multiforme che va affrontata senza rinunciare ai nostri valori e senza cedere alla falsa retorica dello scontro di civiltà tra Occidente e Islam”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando davanti al parlamento tunisino in diretta su Rainerws24.

“Non dobbiamo permettere che il rapporto tra le nostre culture e religioni venga definito da stereotipi negativi, da diffidenza e paura – ha avvertito il capo dello Stato -, per sconfiggere l’estremismo serve un patto di civiltà, una forte cooperazione nazionale e internazionale, per contrastare la radicalizzazione delle giovani generazioni offrendo loro opportunità e futuro”.

“Daesh sta cercando di diffondere il suo marchio anche in altre aree del Medioriente, in Yemen e in Libia – ha ricordato Mattarella -. La situazione libica è particolamente preoccupante, il quadro di sicurezza si sta deteriorando e Italia e Tunisia sono convinte che non si debba cercare una soluzione militare alla crisi ma va raggiunto un compromesso politico per la nascita di un governo di unità nazionale”. ASCA

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

Guerra in Ucraina: Adriana Musella scrive al Cardinale Zuppi

di Adriana Musella, già Presidente Coordinamento Nazionale antimafia/Carissimo Cardinale Carlo Maria Zuppi e Vescovi tutti, credo sia...