7.9 C
Rome
giovedì, Maggio 6, 2021

Una Lezione di Vita

Must read

Don Carlo De Cardona: i Cattolici Cosentini ricordano il suo impegno

La Città di Cosenza ricorda Don Carlo De Cardona, sacerdote nato a Morano Calabro il 4 maggio 1871, è stato l'apostolo della...

Movimento NOI: siamo chiamati a rendere efficace la politica

di Fabio Gallo/ "La Democrazia in Calabria e da oggi in Sicilia, si declina con il nome del...

Covid19, Scuola e Famiglia. SI DAD e NO DAD a confronto.

La Scuola sta cambiando e si avvia verso il futuro nel quale la didattica digitale ha il suo peso. Ne parliamo, insieme....

Nel Movimento NOI i “Popolari” di Sturzo e Toniolo coerenti nelle scelte

La Redazione/ I Popolari hanno una nuova bandiera e un nuovo simbolo di cui è stato fatto dono...

giovanni-conso-a cura dell’Avv. Giovanni Borelli/

Il prof.Giovanni Conso, con lo stile e la discrezione che lo hanno sempre  distinto, da gran signore piemontese, in silenzio e senza clamore, ci ha lasciato.

Il nostro Paese perde, non solo un grande uomo ed  un fine giurista, ma soprattutto un valido esempio, avendo  saputo coniugare, con misurata precisione, il proprio dovere ed il profondo sapere con il rispetto per il prossimo, tutelando i diritti umani e le difficoltà degli indigenti, mai disancorato dalla realtà ,offrendo sempre la propria disponibilità con oculata accortezza perché il suo aiuto non avesse risonanza alcuna, da vero cristiano. Eppure le tantissime cariche ricoperte, tutte più che prestigiose, avrebbero potuto indurlo a chiudersi in un alone distaccato di superiorità, ma se lo avesse fatto, non si sarebbe riconosciuto, né accettato, perché sapeva che il suo era soltanto un servizio e se lo ricopriva, pur meritandolo, era un segno di volontà superiore. Ricordo  invece che quando la giuria del Premio Michelangelo volle insignirlo all’unanimità nella Sua parrocchia, la Basilica S.Maria degli Angeli e dei Martiri, del premio della capitale, lessi nei suoi occhi la gioia per un riconoscimento vero, sentito, spontaneo e le sue parole, sempre precise , ne stigmatizzarono il senso,  in quanto era conscio che il diritto fosse una arte vicina alla fede. Il riconoscimento suggellava difatti in lui, fiero allievo del grande giurista Francesco Antolisei, il vero successore e questo si lo inorgogliva piu di qualsiasi altra carica, tant’è che percepita la gradita accettazione ritenni  per il prestigio della Avvocatura romana che fosse il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma a consegnare la scultura simbolo del premio, presenti il presidente maestro Ennio Morricone e  Monsignor Renzo Giuliano,

Grazie grande Presidente Professore Avvocato  per  come hai speso la Tua vita,  ne prendiamo insegnamento perché abbiamo tutto da imparare da Te.

Un abbraccio alla impareggiabile consorte ed a tutta la famiglia.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Don Carlo De Cardona: i Cattolici Cosentini ricordano il suo impegno

La Città di Cosenza ricorda Don Carlo De Cardona, sacerdote nato a Morano Calabro il 4 maggio 1871, è stato l'apostolo della...

Movimento NOI: siamo chiamati a rendere efficace la politica

di Fabio Gallo/ "La Democrazia in Calabria e da oggi in Sicilia, si declina con il nome del...

Covid19, Scuola e Famiglia. SI DAD e NO DAD a confronto.

La Scuola sta cambiando e si avvia verso il futuro nel quale la didattica digitale ha il suo peso. Ne parliamo, insieme....

Nel Movimento NOI i “Popolari” di Sturzo e Toniolo coerenti nelle scelte

La Redazione/ I Popolari hanno una nuova bandiera e un nuovo simbolo di cui è stato fatto dono...

NOI Donne: dibattito sul tema “il Senso di responsabilità. Sanità e gestione Vaccini”.

Webinar interregionale del Movimento NOI dedicato alle Donne sul tema portante del "Senso di Responsabilità" nel campo della Sanità e della Gestione...