-1.9 C
Rome
domenica, Novembre 28, 2021

Adrriana Musella su dichiarazioni Magorno Romeo. Inchiesta Acero-Krupy. Politica poco credibile

Must read

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Adriana Musella-GerberaGialla-Antimafia
Adriana Musella Presidente del Coordinamento Nazionale Antimafia “Riferimenti” con il Presidente del Senato Pietro Grasso

Calabria – Facendo seguito  alle dichiarazioni rilasciate dai  segretari Pd Magorno e Romeo in merito all’inchiesta “Acero-Krupy”, il Coordinamento antimafia “Riferimenti” esprime forti perplessità. Si legge che “I due politici democratici nella loro analisi sulla situazione di Siderno ed in particolare sui contenuti dell’indagine giudiziaria, rilevano che è stata confermata una forte presenza della ‘ndrangheta“.

Ci chiediamo come mai la politica intervenga sempre a seguito di inchieste giudiziarie e mai prima; come mai tali considerazioni devono essere denunziate e perseguite dalla magistratura e non dai partiti ex ante e cioè in fase di  composizione delle liste.

Questo Coordinamento esprime il proprio scetticismo di fronte alle ripetute parole e ai continui comunicati di una classe politica dalla quale si ci attendeva fatti.

Se davvero si voleva blindare gli Enti dalle infiltrazioni,si ci doveva pensare prima,a nostro avviso e cioè al momento delle candidature a Siderno come altrove, nelle regionali come per i comuni. Le segnalazioni  che sono arrivate anche a questo Coordinamento e che a nostra volta abbiamo provveduto ad inoltrare alle autorità competenti,non sono affatto rassicuranti e per quel che riguarda consiglieri regionali e per quel che riguarda alcune amministrazioni comunali.

Ci dispiace che ancora una volta in questa regione si sia persa l’opportunità di rinnovare nei fatti la politica . Abbiamo affrontato per questo delle elezioni anticipate ma la lezione  non sembra sia servita. Parlare ora di rimedi,solo dopo aver dato alla magistratura motivo d’intervenire ci sembra molto anacronistico e poco credibile.

Adriana Musella

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

CIS Centro Storico di Cosenza: presentate denunce presso diverse Procure della Repubblica

La Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” unitamente a diversi soggetti professionali chiamati a redigere progetti mirati alla...

Franz Caruso Sindaco di Cosenza. Adamo: vittoria frutto di “ingegneria politica”

di Fabio Gallo/ Le Amministrative di Cosenza sono state combattute fino all'ultimo voto disponibile nella Valle del Crati...

Cultura e Beni Culturali, successo per il Centro di Alta Competenza CONNESSIONI di Cosenza

A cura del direttore Viviana Normando/ Nel cuore della Città Storica di Cosenza abbandonata all'incuria della politica e del tempo che l'hanno desertificata, è sorto "un...

Sui prezzi dell’energia l’Europa si divide.

Il Consiglio straordinario dei ministri dell'Energia, riunito a Lussemburgo per portare sul concreto le azioni contro il caro bollette, si è chiuso con...

Prosecco: De Castro-Dorfmann, no a falso made in Croazia.

“Non possiamo tollerare che la denominazione protetta “Prosecco”, una delle più emblematiche a livello Ue, diventi oggetto di imitazioni e abusi, in...