15 C
Rome
martedì, Aprile 16, 2024

Il Papa scrive al presidente Assad per chiedere uno sforzo comune per la fine della guerra

Must read

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

Guerra in Ucraina: Adriana Musella scrive al Cardinale Zuppi

di Adriana Musella, già Presidente Coordinamento Nazionale antimafia/Carissimo Cardinale Carlo Maria Zuppi e Vescovi tutti, credo sia...

Mendicino: molto interesse per Eugenio Toteda, sturziano di “NOI” che guarda al Consiglio comunale

Calabria - Sul tema "Quali programmi per Mendicino" si è tenuto, a Mendicino (CS), l'incontro voluto dal...

Papa Francesco - Bashar al Assad
Papa Francesco – Bashar al Assad

Il presidente siriano Bashar al Assad ha ricevuto una lettera di Papa Francesco, consegnata dal nunzio apostolico in Siria, il cardinale Mario Zenari, che è stato oggi in visita al capo dello Stato. Lo riferisce l’agenzia Sana sul suo sito internet. Papa Francesco ha espresso il suo sentito cordoglio per la Siria e la sua gente alla luce delle circostanze difficili attraversate dalla Siria e – secondo l’agenzia – ha affermato la la condanna del Vaticano di ogni forma di estremismo e terrorismo. Nella sua lettera, aggiunge l’agenzia Sana, il Papa ha lanciato un appello a unire tutti gli sforzi per porre fine alla guerra in Siria e ripristinare la pace, in modo che possa rimanere un modello di convivenza tra culture e religioni, come è sempre stata. Il presidente Assad, rileva l’agenzia Sana, si è congratulato con Zenari per essere stato ordinato cardinale, notando che tenere lui come Nunzio Apostolico dopo la nomina a cardinale – che è un caso unico al mondo -, è un fatto apolitico, storico e umanitario, e manifesta la grande attenzione di Papa Francesco verso la Siria e il suo popolo. Assad ha quindi affermato che la Siria, come Stato e come popolo, è decisa a ripristinare la sicurezza e la stabilità e sta continuando a ricercare la riconciliazione, modo ottimale per il raggiungimento di questo obiettivo. Da parte sua, conclude l’agenzia Sana, il cardinale Zenari ha spiegato di essere contento di rimanere come Nunzio Apostolico in Siria dopo essere stato ordinato cardinale, sottolineando che la Siria, culla del cristianesimo e delle religioni, è uno Stato molto importante che gioca un ruolo fondamentale nella regione, e deve superare la prova che sta attraversando e diventare migliore di quanto non fosse prima ASCA

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

Guerra in Ucraina: Adriana Musella scrive al Cardinale Zuppi

di Adriana Musella, già Presidente Coordinamento Nazionale antimafia/Carissimo Cardinale Carlo Maria Zuppi e Vescovi tutti, credo sia...

Mendicino: molto interesse per Eugenio Toteda, sturziano di “NOI” che guarda al Consiglio comunale

Calabria - Sul tema "Quali programmi per Mendicino" si è tenuto, a Mendicino (CS), l'incontro voluto dal...

Biden: missione a guida Usa per costruire un porto a Gaza (e distribuire aiuti umanitari)

New York, 7 mar. (askanews) – Il presidente americano Joe Biden annuncerà giovedì, durante il suo discorso...