26 C
Rome
lunedì, Maggio 20, 2024

Movimento NOI a Mattarella: destituisca il Consiglio regionale della Calabria per l’Art. 126 della Costituzione.

Must read

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...
Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica Italiana
Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica Italiana (Foto tratta da quirinale.it)

a cura della Redazione/

Il Movimento NOI ha scritto al Presidente della Repubblica chiedendo di valutare lo scioglimento del Consiglio regionale della Calabria in attuazione dell’Art. 126 della Costituzione Italiana. Lo ha dichiarato il Presidente del Movimento civico Fabio Gallo.

Fabio Gallo Portavoce nazionale Movimento civico NOI

La morte del Presidente Jole Santelli, il subentrare di un vicario in una situazione nella quale l’Antimafia arresta il Presidente del Consiglio Regionale della Calabria con presunte accuse che, se dovessero essere confermate, risulterebbero gravissime e destabilizzanti della stessa Democrazia poiché l’arrestato è espressione di un grande partito politico, richiede la consegna delle redini della Regione al Ministero dell’Interno.

Movimento civico NOI

A maggior ragione, a causa del difficilissimo momento che la Calabria – già zona rossa – sta attraversando per l’impennata dei contagi causati dal Virus Covid19 in un contesto politico noto ormai a tutti, incapace di reagire. A ciò, si sommi l’incapacità di dare alla Regione Calabria un Commissario straordinario alla Sanità. In pochi giorni, infatti, ben tre commissari hanno abbandonato, lasciando vacante la guida del sistema sanitario che il Governo da ben 11 anni ha sottoposto a commissariamento. Al fine di salvare vite umana, oggi, non ci sono altre soluzioni e per tali motivi – conclude il portavoce Fabio Gallo – si richiede l’immediato intervento anche del Presidente del Consiglio dei Ministri che proprio ieri ha chiesto scusa ai calabresi.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest article

A Cerisano il Movimento NOI si candida alla rinascita economica e culturale

Redazione de ILPARLAMENTARE.IT/ Si è tenuta a Cerisano la presentazione della candidatura del Movimento sturziano NOI alla guida della Città, in occasione...

Guerra Russo-Ucraina: oltre 50 mila soldati russi morti.

Cause della guerra:Le cause delle guerre possono essere molteplici: politico-militari, territoriali, economiche e religiose.La guerra tra Russia e Ucraina ha radici...

Fabio Gallo: il Movimento civico NOI con la preside Mariarosaria Russo, candidata a sindaco della città di Gioia Tauro.

A dare notizia che il Movimento civico NOI sarà al fianco della Preside Mariarosaria Russo candidata a Sindaco della Città di Gioia...

Castrolibero diventa sede del Polo per la digitalizzazione dei Beni Culturali e Librari

Giorno 18 marzo alle ore 11.00 presso la sede del Comune di Castrolibero si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del “Polo per la Digitalizzazione dei Beni...

Guerra in Ucraina: Adriana Musella scrive al Cardinale Zuppi

di Adriana Musella, già Presidente Coordinamento Nazionale antimafia/Carissimo Cardinale Carlo Maria Zuppi e Vescovi tutti, credo sia...